Ciclismo, Tadej Pogacar vince la Tirreno-Adriatico

Ciclismo, ancora a Tadej Pogacar la Tirreno-Adriatico: lo sloveno della UAE conserva il titolo nella Corsa dei due mari e si conferma protagonista assoluto di questo inizio stagione. Ora darà la caccia alla Milano-Sanremo.

Tadej Pogacar non ha la minima intenzione di fermarsi: dopo aver ipotecato l’UAE Tour a fine febbraio, per la gioia della sua squadra, e aver dato un saggio della propria resistenza con la fuga di oltre 50 chilometri alle Strade Bianche, il campioncino sloveno ha messo in bacheca anche la Tirreno-Adriatico.

La corsa dei due mari, che come da tradizione ha avuto inizio sul versante Ovest della penisola, a Lido di Camaiore (Toscana), e si è poi spostata pian piano verso Est, dall’entroterra alla costa adriatica, fino a raggiungere San Benedetto del Tronto, sede conclusiva di questa sette giorni.

Immagine
Tadej Pogacar incoronato alla Tirreno-Adriatico: foto dal profilo Twitter della UAE Emirates.

Nel mezzo, a fare il vuoto rispetto alla concorrenza, c’è sempre il folletto della UAE Emirates: Tadej Pogacar ha segnato la corsa nella penultima tappa, scalando il Carpegna dal versante marchigiano. 15 chilometri di fuga solitaria, per un’azione che ha stroncato le gambe degli avversari e riportato alla memoria degli appassionati le gesta di Pantani, che sull’appennino Tosco-Emiliano era solito allenarsi.

Nel segno del “Pirata”, il giovane Tadej si dimostra ancora il più grande di tutti. Nel mentre, a 759 km di distanza, un altro sloveno, Primoz Roglic, si imponeva nella “Corsa del Sole”, una delle sette giorni più amate del calendario UCI World Tour. Saranno, dunque, ancora loro a darsi battaglia negli appuntamenti che contano? Per avere la risposta, dovremo aspettare l’avvento dei grandi giri.