Strade bianche 2022: Pogacar domina la scena

Strade bianche 2022: altro capolavoro di Tadej Pogacar. Lo sloveno va in fuga per 52 km e vince davanti all’eterno Valverde.

La stagione 2022 annuncia il suo protagonista assoluto: è Tadej Pogacar, che oggi ha vinto le “Strade bianche”, la classica del Nord più a Sud d’Europa che si corre tra i colli senesi ed è uno degli appuntamenti fissi del calendario italiano.

Altro successo della UAE Emirates, che dopo aver vinto il Tour casalingo di fine febbraio proprio grazie a Tadej, ha monopolizzato il podio del Trofeo Laigueglia, mettendo a segno una storica tripletta con Polanc, Ayuso e Covi.

Immagine
Pogacar vince le “Strade bianche” 2022. Immagine dall’account Twitter ufficiale della competizione

Oggi è toccato a Pogacar dominare sui 17 settori polverosi di sterrato: lo sloveno ha attaccato sul Monte Sante Marie, lasciandosi indietro Julian Alaphilippe, che era l’altro corridore maggiormente accreditato per la vittoria finale.

Pogacar si conferma corridore completo, capace di tenere il passo per 52 chilometri e vincere in solitaria a Piazza del Campo nel capoluogo senese. La UAE si coccola il suo gioiello, che porta in dote la seconda vittoria stagionale nel calendario World Tour. Dietro di lui si piazzano un eterno Valverde, secondo a 41 anni, e Kasper Asgreen, che di “classiche” se ne intende, avendo vinto il giro delle Fiandre nel 2021.

Pogacar prepara ora la Milano-Sanremo che si corre fra due settimane. Una corsa che manca al campioncino sloveno, il quale si è già portato a casa la Liegi-Bastogne-Liegi e il Giro di Lombardia. La UAE se lo coccola, ben consapevole di avere tra le mani il ciclista più forte al mondo.