Volley, Serie A1 femminile: a Brescia il derby con Bergamo

Finisce 3-1 (23-25; 25-15; 25-21; 25-15) il derby della nona giornata di Serie A1 volley femminile tra la Banca Valsabbina Millennium Brescia e la Zanetti Bergamo.

Le ragazze di coach Mazzola imprimono così un’accelerata decisa alla propria classifica, salendo a quota quattro punti e relegando Perugia all’ultimo posto. Le bergamasche compiono invece un passo indietro rispetto alla vittoria contro la Bartoccini ottenuta domenica scorsa e alla sconfitta subita solo al tie-break contro una formazione come Monza.

Serie A1 volley femminile, Brescia-Bergamo 3-1: il racconto del match

Il primo set parte nel segno dell’equilibrio, con le due squadre che si equivalgono sino al punteggio di 7-7.

È la Zanetti a far registrare un primo allungo portandosi sul 7-9 grazie a un’infrazione di Veglia sottorete. Vantaggio che viene prolungato sino al 9-12 per effetto di una gran diagonale da parte di Lanier, che costringe Mazzola a chiamare timeout.

Bergamo continua a mantenere inalterate le distanze e si porta sul +4 (14-10), sfruttando alcuni errori della formazione avversaria, con Nicoletti che attacca out.

Una parallela di Loda firma il punto del 14-20 per la Zanetti, mentre Brescia, dopo aver fallito a servizio con Jasper per il punto del 18-23 Bergamo, ha un sussulto di orgoglio e firma un break di quattro punti che la riporta a -1 sul 23-24.

Non riescono, però, le ragazze di Mazzola a sovvertire le sorti del set, che viene chiuso sul 23-25 da una diagonale vincente di Enright.

Il secondo set inizia ancora con un punto a punto tra le due squadre, ma alla lunga distanza è Brescia a prendere il controllo.

Mazzola inserisce Cvetnic per Angelina in banda, e la mossa si rivela vincente: la croata si rivela un terminale offensivo affidabile e mette giù il pallone del 9-7.

Lo “strappo” decisivo lo dà però Jasper, prima con un ace, poi con un pallonetto, che porta il parziale sul 12-7. Al rientro dal timeout, la stessa Cvetnic sale in cattedra e porta le sue compagne sul 16-10 con un altro pallonetto.

Bergamo prova a reagire con Loda e Dumancic che firmano riducono il distacco a quattro punti (16-12), ma l’accenno di reazione viene spento da una super Nicoletti, che in parallela firma il punto del 18-14.

Jasper realizza due volte un mani fuori e poi si fa sentire a muro, portando il punteggio sul 22-14. C’è spazio anche per un secondo tempo di Parlangeli, vera rarità per un libero, e per l’ace della neoentrata Biganzoli che chiude il parziale sul 25-15.

Il terzo set è sicuramente il più combattuto nel complesso, con le due squadre che si alternano alla conduzione e si spingono fino al 16 pari.

A firmare il primo break è Brescia (6-4), con Nicolettiche colpisce in diagonale. È lo stesso opposto, con due ace consecutivi, a portare il punteggio sul 9-7, che poi si tramuta in un +3 (12-9), grazie a una “fast” di Berti.

Bergamo riesce dunque a riacciuffare il set approfittando di qualche errore delle avversarie. Brescia però si ricompatta e firma l’allungo decisivo (20-17) murando un primo tempo di Dumancic.

Le fasi finali del set sono un po’ concitate, con qualche contrasto tra le panchine per un video check assegnato a favore di Bergamo.

Il muro di Nicoletti su Lanier regala però a Brescia il set point (24-21), che viene capitalizzato da un ace di Cvetnic (25-21).

L’ultimo set vede Brescia incrementare notevolmente il livello del proprio gioco e scappare su un parziale di 14-6 dopo un invasione a muro da parte di capitan Loda.

Moretto spedisce out un primo tempo e fa precipitare le sue compagne sul 16-8. Brescia deve dunque solo gestire e continua ad essere incisiva a muro con Veglia (18-10) e letale in attacco con la parallela di Nicoletti (20-10).

Il finale di set lo decide Jasper, che prima attacca forte sulle mani del muro (21-12), poi capitalizza un appoggio di Parlangeli (23-15).

Un errore in battuta di Prandi regala il match point a Brescia, poi trasformato da Bechis con un’intelligente palla di seconda (25-16).

Brescia si porta così a casa tre punti fondamentali che la tirano fuori dalle secche della zona retrocessione, mentre Bergamo non riesce a dare continuità alle ultime buone prestazioni.

BANCA VALSABBINA MILLENNIUM BRESCIA: 3 Bechis, 5 Angelina, 6 Jasper, 15 Berti, 16 Veglia, 18 Nicoletti; Libero: Parlangeli. Coach: Mazzola

ZANETTI BERGAMO: 6 Enright, 7 Prandi, 16 Lanier, 17 Loda, 18 Moretto, 24 Mio Bertolo. Libero: Fersino. Coach: Turino

Nell’altro match di giornata, invece, Conegliano ha vita facile contro una Cuneo falcidiata dalle assenze causa Covid-19. Le ragazze di Santarelli si impongono 3-0 (25-11; 25-10; 25-16) e salgono a quota 24 punti, sempre più sole in vetta alla classifica.

Rinviato invece il match tra Novara e Trentino, a causa della positività al Covid riscontrata tra alcune giocatrici piemontesi.

Serie A1 femminile volley: la classifica aggiornata dopo la nona giornata

SquadraPGVSSet
1Imoco Volley88024:224
2Savino Del Bene85319:1416
3Chieri Torino75217:915
4Novara65116:514
5Pro Victoria Pallavolo85317:1614
6Trentino D64214:713
7Cuneo Granda Volley53210:98
8Bisonte83513:207
9Busto Arsizio5238:106
10Casalmaggiore7259:156
11Bergamo8179:225
12Millenium Brescia7166:194
13Wealth Planet7165:193
Fonte: Google

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus