Tennis, ATP: Seppi fuori a Nur-Sultan, out anche Paire

Si ferma al secondo turno la corsa di Andreas Seppi nell’Astana Open, il torneo ATP 250 di Nur-Sultan in Kazakhstan, sconfitto in rimonta al terzo set.

Il tennista altoatesino, numero 103 del ranking mondiale, entrato nell’evento kazako grazie ad una wild card, dopo aver sconfitto all’esordio il russo Karatsev, ha interrotto il suo cammino di fronte al ventiquattrenne statunitense Mackenzie McDonald (3-6 6-3 6-3).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Zhuhai Championships)

McDonald, numero 209 del mondo, entrato in tabellone grazie al ranking protetto per un infortunio che l’ha tenuto a lungo fuori dal circuito, si è imposto in rimonta, in due ore di gioco, al termine di un terzo set inizialmente rocambolesco, ricco di break, e poi dominato con un deciso assolo conclusivo.

Adesso per il tennista californiano ci sarà il numero tre del seeding, il francese Adrian Mannarino che in un’ora di gioco, cedendo appena due game, ha liquidato il giapponese Yuichi Sugita (6-1 6-1).

Meno positivo, invece, l’esordio del torneo di un altro francese, la testa di serie numero uno Benoit Paire che, dopo aver vinto il primo set al tie break, ha sprecato un vantaggio di 4-1 nel secondo e subito la rimonta del kazako Mikhail Kukushkin bravo ad imporsi sulla distanza (6-7 7-6 6-1).

Il giocatore di casa si contenderà adesso un posto in semifinale contro il giovane finlandese Emil Ruusuvuori che, dopo aver superato le qualificazioni ed approfittato di un primo turno morbido contro la wild card Skatov, ha superato in tre set il numero otto del seeding, l’australiano Jordan Thompson (6-2 3-6 6-4).

QUI, per il tabellone aggiornato dell’ATP 250 di Nur-Sultan.

QUI, per l’ordine di gioco di domani.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini