Tennis, ATP Master 1000 Parigi: trionfa Karen Khachanov, sconfitto a sorpresa Djokovic

Parigi è sempre terra di strane conquiste, di successi inaspettati, di storie davvero incredibili senza finire mai di stupire.

Ed anche quest’anno l’ultimo Master 1000 della stagione regala un campione sorprendente, un debuttante in una finale di un torneo di questo livello ma un nome chiacchierato da tempo per il futuro di questo sport.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Karen Khachanov)

Karen Khachanov vince il primo grande evento della sua carriera completando una settimana da sogno grazie al successo più prestigioso possibile al momento, la vittoria sul neo numero uno del mondo Novak Djokovic.

Dopo aver salvato match point in ottavi in un tie break decisivo mozzafiato contro John Isner, Khachanov ha spazzato via, uno dopo l’altro, due tra i giovani più continui dell’anno, Alexander Zverev e Dominic Thiem prima di mettere sulla torta una ciliegina dolcissima.

Sembrava infatti imbattibile Novak Djokovic, reduce da 22 successi consecutivi, tre trofei tra cui lo slam a New York, e una emozionante battaglia contro Roger Federer, per molti la finale anticipata, ma che ha finito per riservargli una brutta sorpresa.

Sicuramente, da un punto di vista tanto fisico quanto mentale, le tre ore di assoluta lotta agonistica contro Federer hanno lasciato diverse scorie nella versione finale di Djokovic, ma nessun credito va tolto alla prestazione maiuscola del giovane russo.

Khachanov, alla prima grande finale della carriera, ha interpretato il match con coraggio e personalità, spingendo sempre quando possibile con i potenti colpi da fondo campo e gestendo lo scambio, in difesa, mettendo in scena doti a tratti inaspettate.

Un 7-5 6-4 netto e convincente anche perché la partita era iniziata subito in salita con un break pronti via da recuperare.

Eppure senza scomporsi in alcun modo, continuando con la sua idea di gioco e senza alcun tremore, Khachanov ha organizzato e costruito la sua rimonta contro un Nole forse un po’ spento ma comunque davvero difficile da affrontare in queste ultime settimane.

Con questo risultato Khachanov salirà alla undicesima posizione mondiale, ad un passo dai primi dieci, e dai piani altissimi delle classifiche dove, a questo punto, può legittimamente sperare di stare.

Come detto, Parigi ha spesso incoronato campioni inaspettati che, il più delle volte, non sono riusciti a ripetersi altrove tradendo, in alcuni casi, le grandi aspettative.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Chissà cosa riserverà il futuro a Khachanov, l’impressione è che abbia tutte le carte in regola per sfondare definitivamente e diventare uno dei prossimi grandi protagonisti, ma solo il tempo lo dirà.

Intanto che si goda questo splendido successo, che sia solo il primo o già l’ultimo, rimane comunque un momento davvero speciale, una giornata impossibile da dimenticare.