Napoli-Juventus 1-2, Allegri: “Partita pazzerella con gli episodi che l’hanno scombussolata. Ora dobbiamo continuare a vincere”

Con questo successo, i bianconeri ipotecano l’ottavo titolo di fila, ma il tecnico predica attenzione.

La Juventus ha battuto 2-1 il Napoli nel big match della ventiseiesima giornata di Serie A portandosi a sedici punti in classifica e mettendo in cassaforte l’ottavo titolo consecutivo. I bianconeri giocano un gran primo tempo, restando in superiorità numerica per l’espulsione di Meret, ma soffrono nella ripresa. Alla fine poteva arrivare un pari, ma Insigne si è divorato il rigore (dubbio) del 2-2.

Una partita decisa sicuramente dagli episodi arbitrali che stanno facendo discutere molto via social e non. Lo stesso Allegri in conferenza stampa ha affermato come la partita sia stata piacevole ma resa troppo infuocata da alcuni episodi che hanno avuto il giusto peso. Il tecnico livornese ha lodato il Napoli per quanto fatto, ma è rimasto soddisfatto dalla sua squadra che ha saputo soffrire e reggere agli attacchi di un avversario difficile da affrontare sul proprio campo: Il Napoli ha fatto un’ottima partita, poteva essere più una partita da pareggio visto che loro hanno sbagliato il rigore. Noi nel secondo tempo, quando siamo rimasti in parità numerica, abbiamo avuto delle difficoltà nel giocare, loro hanno preso coraggio. Non abbiamo rischiato tantissimo, visto che il nostro portiere parate non ne ha fatte, ma dopo il 2-1 c’è stato il rigore, dopo il rigore la partita si è chiusa. Stasera è stata una partita un po’ pazzerella, con gli episodi che l’hanno scombussolata. Si sono affrontate le due squadre più forti del campionato, il Napoli ha grande tecnica e ci ha messo sicuramente in difficoltà”.

Il vantaggio sul Napoli è adesso di 16 punti, un vantaggio molto consistente, ma Allegri non si rilasserà fino a quando non ci sarà la matematica ed ecco perché i suoi dovranno restare con la testa nel campionato per evitare di sciupare un vantaggio così grande. Venerdì prossimo all’Allianz Stadium arriverà l’Udinese e servirà una vittoria per arrivare nelle migliori condizioni alla sfida delicatissima di Champions League contro l’Atletico Madrid: “Finchè la matematica non ce lo dà, bisogna vincere le partite. Credo ci vorranno 5-6 vittorie per vincere lo Scudetto, abbiamo due scontri diretti a favore, ora dobbiamo pensare a battere l’Udinese che comunque ci fa preparare al meglio la partita con l’Atletico“.

Proprio in vista dell’Atletico, Allegri ha potuto constatare stasera come la tenuta fisica della squadra sia in netto miglioramento. Il tecnico bianconero si è detto più preoccupato sotto l’aspetto mentale, con la trasferta di Madrid che ha lasciato degli strascichi non indifferenti nella testa dei giocatori che, anche stasera, hanno iniziato leggermente intimoriti la partita: “Io sono dell’idea che la sconfitta di Madrid ci abbia lasciato non poche scorie mentali. Anche stasera abbiamo iniziato la partita un pochino titubanti. Poi dopo l’1-0 abbiamo iniziato a scioglierci, forse per la superiorità numerica. Dopo l’espulsione di Pjanic eravamo addirittura un pochino impauriti. Questo non deve succedere perchè comunque le aspettative della Juventus in Champions sono talmente alte che la sconfitta di Madrid ci ha creato sicuramente delle scorie. Questo non deve essere, perchè la squadra deve andare in campo, deve giocare, si deve divertire, abbiamo qualità importanti”.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei