Frosinone-Juventus, Allegri: “Cristiano Ronaldo valore aggiunto. Dybala domani gioca, Perin titolare? Contro il Bologna. Attenzione al Frosinone”

L’allenatore bianconero ha presentato questa mattina la sfida di campionato di domani sera contro il Frosinone.

Dopo il bel successo contro il Valencia nella prima giornata di Champions League, per la Juventus è tempo di rituffarsi subito nel campionato. I bianconeri sono attesi dalla trasferta di domani sul campo del Frosinone che non se la sta passando per nulla bene in questo inizio di campionato e viene da un pesante 5-0 interno con la Sampdoria. Allegri si è presentato come di consueto in sala stampa per parlare del match di domani.

La prima domanda, tuttavia, è stata inevitabilmente su Cristiano Ronaldo, espulso per la prima volta in Champions. Allegri ha detto che la squadra non dipende da CR7, ed i risultati gli danno ragione, ma il portoghese, essendo il migliore al mondo assieme a Messi, è un valore aggiunto per tutti, ma non va dimenticato che la Juventus è composta da grandi giocatori. Riguardo l’espulsione, il tecnico livornese ha affermato che Cristiano ha già smaltito tutta la rabbia e la delusione ed è pronto per giocare senza alcuna pressione, perché non deve dimostrare nulla a nessuno.

Tramite il discorso legato a CR7, Allegri si è agganciato alla partita di domani, affermando che contro il Frosinone bisognerà avere molta attenzione, visto che i ciociari hanno giocato una buona partita contro la Lazio e contro la Samp sono rimasti in gioco per tutto il primo tempo, creando anche delle occasioni. L’allenatore bianconero ha invitato tutti all’equilibrio, aggiungendo che la vittoria di Valencia non deve snaturare il modo di giocare della Juventus che non deve assolutamente pensare di aver già vinto la partita senza giocarla. Per Allegri, domani si deve vincere sul campo, dimenticando quanto è stato fatto al Mestalla.

Riguardo alle possibili scelte di formazione, Allegri ha annunciato che Dybala partirà dall’inizio, non avendolo neanche potuto far giocare a Valencia a causa dell’infortunio di Khedira e dell’espulsione di Cristiano Ronaldo. L’attaccante argentino ha giocato una buona partita contro il Sassuolo e per l’allenatore toscano è un giocatore molto importante. Altra panchina invece per Perin che, come annunciato dallo stesso Allegri, avrà finalmente la possibilità di scendere in campo in gare ufficiali con la Juve nel turno infrasettimanale col Bologna.

Qualche cambio in più ci potrà essere in difesa, con Allegri che ha fatto sapere di non aver ancora deciso se giocare a tre o a quattro. Dovesse decidere di giocare a tre, uno tra Alex Sandro, Cuadrado Cancelo potrebbe riposare, mentre se disporrà i suoi a quattro è addirittura possibile che giochino tutti e tre. Dopo la bella partita di Valencia, potrebbe accomodarsi in panchina anche Bernardeschi, con Allegri che sta valutando l’ex Fiorentina. Per quanto riguarda il centrocampo, per il tecnico toscano possono giocare insieme Pjanic, Emre Can Bentancur e domani potrebbe esserci questa possibilità. A riposo, potrebbe esserci anche uno tra Matuidi Mandzukic, i più stanchi a livello mentale visto il lungo Mondiale disputato.

Dopodiché si è passati sul capitolo Douglas Costa, squalificato per quattro giornate dopo lo sputo a Di Francesco. Al tecnico bianconero gli è stato chiesto cosa ne pensa della scelta di Tite di non convocarlo col Brasile ed il tecnico ha risposto che non avrebbe potuto convocarlo comunque visto che si è infortunato e lo si rivedrà in campo dopo la sosta. Allegri ha difeso il brasiliano, dicendo che sta già pagando in modo esemplare il suo errore e la polemica non ha più motivo di esistere.

L’ultima parte della conferenza stampa è stata dedicata ai gol subiti di testa, con Allegri che ha affermato che i suoi terzini devono coprire meglio e non farsi saltare. Il tecnico bianconero ha aggiunto, però, che la squadra è in crescita e sta migliorando sotto questo punto di vista ed a Valencia già si sono visti questi passi avanti.

 

 

 

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei