FORMULA 1 | Ecclestone a tutto tondo: “Vettel il favorito. Kubica in Ferrari senza incidente”

Bernie Ecclestone
Bernie Ecclestone

Con le prime prove libere sul circuito australiano dell'”Albert Park” di Melbourne, giovedì prossimo si alza ufficialmente il sipario sul mondiale 2012 di Formula 1. Un appuntamento attesissimo che arriva dopo un lungo inverno, in cui i team hanno lavorato alacremente per costruire le monoposto da schierare quest’anno; un periodo in cui le scuderie hanno dovuto far fronte al rispetto di diverse accortezze, come quelle dettate dalla FIA in termini di regolamento, nel rispetto di tutte le novità introdotte per il prossimo campionato mondiale.

Intervistato dal sito ufficiale della Formula 1, il boss del circus, Bernie Ecclestone, ha voluto dire la sua sulla stagione 2012. Un campionato che, tra l’altro, vedrà al via ben sei campioni del mondo. A proposito di iride, il manager inglese indica ancora una volta Sebastian Vettel come favorito per il titolo: “La mia ipotesi è che può farlo ancora una volta (vincere il mondiale, n.d.r.)Chi punta contro di lui? Penso che qualsiasi altro risultato sarà una sorpresa. I test pre-stagionali parlano una lingua molto chiara: la Red Bull sembra super competitiva e Sebastian ha solo 24 anni, quindi ha ancora un grande potenziale da esprimere. Realisticamente tutto punta a Sebastian”.

Oltre al fenomeno tedesco, Ecclestone ha parlato anche degli altri pretendenti al titolo. Un nome su tutti, un’alternativa a Seb potrebbe essere Lewis Hamilton con una ritrovata McLaren: “le mie speranze sono di vedere una McLaren più veloce rispetto a quella della scorsa stagione e in grado di lottare per la vittoria sin dalla prima gara. La Mercedes sta tornando competitiva, per cui ce li ho sulla mia lista di controllo. Questo mi lascia la speranza che la Ferrari li raggiunga presto. Se dovessi scommettere oggi, sarebbe campione del mondo Sebastian, Mark Webber secondo e terzo uno della McLaren, probabilmente Lewis Hamilton”.

A parte le questioni legate alla mera competizione agonistica, il manager ottantenne ha parlato dell’idea dell’introduzione di una sorta di budget cup, un tetto finanziario alle spese dei team. Un’idea nata nell’ottica di tamponare la crisi economica che si fa sentire anche in Formula 1 e di bilanciare le distanze tra grandi e piccoli team: ““abbiamo avuto questo tipo di problema per un bel po’ di tempo perché le squadre ricche spendono quello che hanno. Si potrebbe istituire un budget obbligatorio per tutte le squadre, ma  non mi piace lottare con ferocia contro di loro”.

In un’altra intervista, infine, rilasciata questa volta al tedesco “Der Spiegel“, Ecclestone parla in primo piano anche della Ferrari, con particolare riferimento alla situazione dei suoi piloti: “penso che per Ferrari è tutta una questione di alternative. Chi tra quelli disponibili è meglio di Massa? Sono molto confidente che Kubica oggi sarebbe in Ferrari se non avesse avuto quell’incidente nei Rally”.

Michele Pannozzo

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus