Tottenham-Juventus, dichiarazioni pre-partita Allegri:”Voglio una gara attenta e paziente, loro hanno più pressioni di noi”

Alla vigilia di Tottenham-Juventus spazio alla consueta conferenza stampa di Massimiliano Allegri.
Tottenham-Juventus, ritorno degli ottavi di finale di Champions League.

Per prima cosa ha voluto ricordare Astori. Si è soffermato soprattutto sulla bambina che ha solo due anni ed è rimasta senza il padre. Per il resto non ha voluto parlare della tragedia, visto che se n’è già discusso molto.

Il mister toscano, tornando al match di domani sera, ha iniziato parlando degli infortunati. L’elenco dei giocatori che non saranno disponibili e di quelli che potranno giocare dal primo minuto. Ad iniziare dal sollievo per due che saranno del match. 

Dybala ed Higuain infatti, dovrebbero esserci dal primo minuto. Non sono in forma completa. Higuain ha fatto allenamenti differenziati, Dybala anche se ha minor condizione fisica sicuramente farà una grande prestazione. L’importanza del match è visibile e non si può sbagliare.

I giocatori del Tottenham hanno più pressione, perchè sono avvantaggiati visto il risultato dell’andata. In quella partita abbiamo avuto tante occasioni, ma c’è da migliorare nella concessione del palleggio agli avversari. 

Arrivare senza Cuadrado, Bernardeschi e Mandzukic, può essere un handicap. Non ci ha pensato il mister, ha detto che bisognerà fare una partita differente, gestirla meglio, difendere bene. Non bisogna pensare a quel che è successo all’andata, ma andare lì e vincere.

Sulla domanda riguardo al Tottenham che può essere simile al Napoli, come mentalità, Allegri non ha dato una risposta precisa. Si è concentrato su una differenza che balza agli occhi, quella dal punto di vista fisico. La squadra inglese ha giocatori alti, mentre quella italiana no.

Vincerà chi avrà più cinismo? Bisogna stare nelle difficoltà della partita, come la partita di sabato ci ha insegnato. Dybala è stato bravo a trasformare una delle poche occasioni avute. Ci saranno occasioni da una parte all’altra, ma mi parrà necessario avere una grande difesa.

Sulla possibilità di veder giocare insieme Higuain, Dybala e Douglas Costa, il mister è stato positivo. non ha cambi in panchina il mister, quindi i giocatori che vanno in campo dovranno essere sereni e svolgere al meglio il loro compito.

 

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega