Ufficiale: Evra annuncia il ritiro dal calcio giocato

E’ ufficiale la notizia di Patrice Evra e il suo ritiro dal calcio giocato a 38 anni. Il terzino sinistro francese è stato considerato uno dei migliori in Europa nel suo ruolo. 

evraNella sua carriera ha calcato stadi importanti e prestigiosi, soprattutto l’Old Trafford di Manchester. Con il club inglese ha vinto tutto quello che era in palio, culminando con il famoso successo della Champions League nel 2008 assieme all’asso portoghese Cristiano Ronaldo.

All’inizio della sua carriera giocava principalmente come centrocampista, ma nella stagione 2001-02 dovette subentrare a Jean-Charles Cirilli, a sua volta in campo al posto del titolare sulla fascia sinistra. Da quel momento si fece conoscere per le sue eccellenti doti di corsa, unita ad una ottima resistenza fisica. 

A partire dal 2002 Evra fece il suo debutto in Ligue 1, nel Monaco allenato da Didier Deschamps e lì migliorò tantissimo come esterno, riuscendo a farsi notare al di fuori della Francia. Nel 2006 ci fu la chiamata che diede una svolta alla sua carriera, quella di Alex Ferguson allenatore del Manchester United. Con i Red Devils totalizzò ben 379 presenze, mettendo a referto 10 reti. 

Il 21 luglio 2014 venne acquistato per 1,2 milioni di sterline dalla Juventus, nella quale rimarrà due stagioni e mezzo, conquistandosi da subito un posto da titolare. In quella stagione riuscì ad arrivare alla finale della Champions League 2014-15, poi persa dai bianconeri in finale contro il Barcellona.

Nella sua carriera ha avuto allenatori che gli hanno insegnato molto, sia da un punto di vista strettamente calcistico come Massimiliano Allegri, sia da quello mentale come Alex Ferguson.  Ha conquistato 21  trofei in carriera, con il rammarico di non essere riuscito a vincere con la propria nazionale. Nel 2016, in occasione dell’Europeo giocato in casa dalla sua nazionale, perse la finale contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo. L’unica vera amarezza per una carriera davvero importante e prestigiosa.

In futuro si vede come mister di una squadra, visto che il temperamento non gli manca.

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega