Torino-Napoli 0-0, voti e pagelle: ancora un pareggio per gli azzurri

Torino-Napoli 0-0. La squadra di Carlo Ancelotti non sa più vincere. Dopo lo scialbo 0-0 di mercoledì sera contro il modesto Genk, gli azzurri del tecnico romagnolo incappano in un altro nulla di fatto, stavolta contro i granata di Walter Mazzarri.

La vittoria contro il Brescia della settimana scorsa è stata solo un fuoco di paglia a quanto pare. I campani infatti nelle ultime tre partite hanno vinto solo una volta, contro i lombardi appunto, dopodiché hanno pareggiato, a reti bianche, contro Genk e Torino. Due pareggi che ovviamente non servono a niente né in Champions League né in Serie A

Una partita, quella tra partenopei e granata, molto interessante, a tratti vibrante, che ha visto occasioni da una parte e dall’altra e che alla fine ha visto prevalere l’equilibrio. 

torino-napoli, voti e pagelle

Torino-Napoli, voti e pagelle: migliori e peggiori 

MIGLIORI TORINO

Lyanco 6,5: Mazzarri gli dà fiducia e il difensore serbo-brasiliano ripaga alla grande. Preciso e attento su ogni intervento, sbaglia praticamente nulla. Sufficienza portata a casa con merito. 

Ansaldi 7:  l’esterno argentino granata è sicuramente uno dei migliori in campo in Torino-Napoli. Sempre sull’attenti in fase difensiva, si rende pericoloso anche in fase offensiva con un bel tiro che però Meret respinge. Sempre così Cristian. 

Belotti 6,5: non riceva molti palloni giocabili, però il prestante centravanti granata è sempre un pericolo in agguato per la difesa partenopea. Ci prova in rovesciata come contro il Milan, ma stavolta la palla va fuori. Peccato. 

PEGGIORI TORINO

Izzo 5: sicuramente non la miglior partita del forte terzino napoletano che nel primo tempo sbaglia, non da lui, qualche passaggio di troppo. Nel secondo tempo va un po’ meglio. 

Baselli 5: rispetto a Rincon, il giovane centrocampista granata non gioca una bella partita. Lento nel far ripartire l’azione dei suoi, mostra spesso anche poca invettiva in mezzo al campo rispetto al suo collega venezuelano. Si può fare di più, Daniele. 

Meité 5: sostituisce Baselli, ma anche lui, come il suo predecessore, si dimostra privo di idee. Corre tanto, ma purtroppo la sostanza è praticamente nulla. Rimandato. 

MIGLIORI NAPOLI

Meret 7: il giovane portiere azzurro è senza alcun dubbio il migliore in campo dei suoi. Chiamato a salvare il risultato in almeno tre occasioni, l’estremo difensore partenopeo risponde sempre presente. Da qui non si passa. 

Di Lorenzo 6,5: rispetto alla scialba prova offerta contro il Genk, il terzino azzurro torna ai suoi livelli e mostra tutta la grinta che lo aveva contraddistinto già nelle prime uscite. Sulla fascia destra è fantastico. 

Manolas 6: niente di eccezionale per il difensore greco che svolge il suo compito per bene e porta a casa una sufficienza tutto sommato meritata. 

PEGGIORI NAPOLI

Zielinski 4,5: Torino-Napoli non è la partita del polacco e questo lo si capisce quando scivola in maniera molto goffa a centrocampo lasciando spazio all’azione offensiva del Torino che per sua fortuna non termina con il gol. Partita da dimenticare in fretta. 

Allan 5: contro il Genk aveva giocato una brutta partita i cui effetti evidentemente non sono del tutto passati. A centrocampo è battagliero, ma nella ripresa cala vistosamente. Occorre ricaricare le pile e ripartire. 

Mertens 5: quella contro i piemontesi è la seconda partita di fila in cui il folletto belga non trova la via della rete. Cerca il gol spettacolare, ma la palla esce Non uno dei migliori. 

 

 

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
"Non è tanto chi sei, quanto quello che fai che ti qualifica". Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Basilicata. Laureato in Lettere Moderne. Amo la scrittura, la fotografia e il calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi