Tennis, Us Open 2019 Femminile: bene Svitolina, Barty, Keys e Williams, soffre ma passa anche Pliskova

Dopo qualche sorpresa qua e là nelle prime giornate dello Us Open, nel tabellone femminile le favorite sembrano procedere a passo spedito verso la seconda settimana del torneo.

Nel primo venerdì del torneo, dedicato ad alcune sfide di terzo turno con i primi possibili incroci già tra teste di serie, non c’è stata nessuna vittima illustre e le stelle più attese hanno fatto così un passo in più verso le fasi calde dell’evento.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

A partire dall’ucraina Elina Svitolina, mai oltre gli ottavi di finale a New York che, dopo l’insidioso incontro con Venus Williams, gestito con personalità e qualità di rendimento, ha fatto altrettanto, se non meglio, contro la giovane connazionale Dayana Yastremska, spazzata via, in modo più facile del previsto, lasciando per strada appena due giochi.

Ora per lei, alla caccia, come detto, del primo quarto di finale newyorchese, ci sarà, esattamente come nel 2017, Madison Keys che, con il successo in due set sulla connazionale Sofia Kenin nella sessione serale dell’Artur Ashe Stadium, ha allungato a nove la striscia di vittorie consecutive in seguito al trionfo nel Premier di Cincinnati.

Avanza agli ottavi di finale anche la seconda favorita del seeding, l’australiana Ashleigh Barty che ha sconfitto la greca Maria Sakkari, numero trenta del tabellone, in due set, arricchendo ulteriormente il suo score molto positivo con la rivale, battuta in quattro dei cinque precedenti.

Per lei, ora, in ottavi di finale, ci sarà la cinese Qiang Wang che, grazie alla vittoria in due set, rimontando uno svantaggio iniziale di 0-3 contro la francese Fiona Ferro, ha centrato per la prima volta questo traguardo in un evento major.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

Bella prestazione, dopo le difficoltà iniziali del secondo turno contro la connazionale McNally, anche per Serena Williams, finalista uscente e quest’anno numero otto del main draw, ieri a segno, in due set, contro la ceca Karolina Muchova.

La stella statunitense adesso sfiderà la croata Petra Martic che in due set ha piegato, nettamente, la lettone Anastasia Sevastova, semifinalista qui dodici mesi fa, centrando per la prima volta gli ottavi a New York ed un altro importante risultato slam dopo i quarti al Roland Garros.

Infine, successo molto complicato per la numero tre del mondo Karolina Pliskova, finalista dell’edizione 2016, che in tre set, grazie soprattuto al fidato servizio, ha sconfitto la tunisina Ons Jabeur e troverà ora la britannica Johanna Konta, vincente in due contro la cinese Shuai Zhang.