Riparte la NBA, tra volti nuovi e possibili conferme

Acquisti e investimenti, dubbi e problemi. Ecco cosa dobbiamo aspettarci dalla nuova stagione NBA.

Dopo oltre centoventi giorni di attesa, eccoci di nuovo qui. La stagione NBA è ripartita e con essa tutte le emozioni, le aspettative, le ansie e i sogni degli appassionati. È tornata la cara e vecchia National Basketball Association, che dall’alto dei suoi settantatré anni tiene tutti col fiato sospeso. Anche perché è in grado di rinnovarsi e cambiare pelle.

Quella appena iniziata sarà una stagione fatta di sfide nuove, di spettacoli nuovi, di partite nuove da vivere dopo gli anni del dominio Golden State Warriors. Sono tantissime infatti le squadre che hanno cambiato veste.

Tra queste ci sono senza dubbio i Los Angeles Lakers, ancora tra i favoriti nelle quote scommesse Nba (bwin li piazza vincenti a 5.00) ma troppo legati alla salute e allo stato di forma della coppia James-Davis, troppo spesso ai box per motivi fisici. LeBron, infatti, non sembra più l’alieno di un tempo e così la società ha deciso di investire sul mercato, andando a tesserare veterani del calibro di Bradley e Rondo, sacrificando tanti giovani prospetti interessanti, di cui l’unico superstite è Kuzma.

Attenzione però anche ai Milwaukee Bucks, che possono vantare in rosa un fenomeno del calibro di Giannis Antetokoumpo, capace di diventare MVP a soli ventiquattro anni. L’obiettivo, adesso, è portare a casa un titolo che manca, da queste parti, da quasi cinquanta anni.

Sono chiamati alla prova della maturità anche i Philadelphia 76ers, che legano i loro successi al trio Embiid, i cui miglioramenti negli ultimi anni sono stati incredibili, Al Horford, un vero e proprio clinic vivente nel ruolo di centro, e Simmons.

Dando uno sguardo alle meno quotate, invece, ecco Houston, il cui successo si paga 9.00 volte la posta. Una piazza ambiziosa, forte anche di un colpo che non si pecca nel definirlo sensazionale: Westbrook in coppia con Harden è qualcosa di unico. Adesso il difficile è tutto sulle spalle di Mike D’Antoni che dovrà plasmare il gruppo, trovare gli equilibri e i rapporti giusti per allontanare i problemi di consistenza dello scorso anno. Menzione particolare anche per gli Utah Jazz, piazzati a 15.00, che l’anno scorso ha pagato il periodo poco felice di Mitchell e il limitato parco offensivo a disposizione del coach. Quest’anno sono soprattutto due i volti nuovi: Conley e Bogdanovic.

Insomma queste le possibili sorprese e le sicure conferme della stagione NBA 2019-2020. Che potrebbe rimanere ancora una volta questione dei Clippers, quotati tra l’altro 4.25. Sono loro i favoriti. Ora bisogna vedere se soddisfaranno le aspettative.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Responsabile editoriale, appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.