Napoli-Roma 2-4, dichiarazioni Di Francesco: “Dare continuità a questa vittoria”

A un passo dal baratro la Roma espugna a sorpresa il San Paolo con 4 reti, doppietta di Dzeko, Under e Perotti, e scavalca la Lazio andando al terzo posto. Di Francesco, ai microfoni post partita, ha parlato con soddisfazione della vittoria scaccia-crisi.

di francesco

Una gara che deve dare consapevolezza dei propri mezzi alla Roma, mezzi che secondo Di Francesco “non sono mai stati persi ma non sono mai stati dimostrati con continuità“.

La Roma ha giocato con compattezza, lavorando dal punto di vista mentale ma ha lasciato l’amaro in bocca al tecnico abruzzese per l’atteggiamento sull’1-4: “Non mi è piaciuta la squadra, soprattutto nell’atteggiamento dopo il gol di Perotti. Adesso dobbiamo dare continuità a vittoria e non buttare tutto via.

Di Francesco ha poi parlato delle polemiche pre partita: “Sono l’allenatore e cerco di dare un’identità, il pensiero di venire a Napoli a vincere con le nostre armi. Ho visto l’arrabbiatura della squadra nello spogliatoio dopo la sconfitta contro il Milan e l’abbiamo trasformata in voglia.

Non è mancato anche qualche cenno tattico, non solo sulla gara del San Paolo: “Voglio che la palla parta sempre da dietro, che si costruisca contro tutti. Non era facile farlo a Napoli, ma ci siamo riusciti soprattutto nel primo tempo. Nell’insieme ci siamo riusciti. Ci capita spesso di muovere la palla, fare possesso, la differenza è che a un certo punto c’è la verticalità ma noi non riusciamo a trovarla con frequenza. Bisogna osare, bisogna cercare la palla più difficile.

I motivi di una vittoria inaspettata? I modi in cui è stata preparata: “Tempo e spazio sono fondamentali nel calcio. Giovedì abbiamo preparato la fase offensiva piuttosto che quella difensiva, voglio dare una cultura diversa a questi ragazzi. Quando si sceglie un allenatore si deve sposare questa idea, e così la società ha fatto con me.

Infine Di Francesco ha parlato del man of the match, Edin Dzeko: “È un ragazzo di grande disponibilità, a volte si ferma durante la gara, si perde, ma ha delle qualità tecniche straordinarie e una grande predisposizione al sacrificio.