MotoGP, a Le Mans i piloti si stringono intorno a Nicky Hayden

Quanto accaduto a Nicky Hayden nel primo pomeriggio di ieri e la sua attuale, gravissima situazione clinica hanno colpito nel profondo tanti personaggi del mondo dello sport. Ovviamente, particolarmente segnati da questo dramma sono i colleghi del pilota statunitense. Oggi, nella conferenza stampa del giovedì a Le Mans i piloti presenti hanno rivolto un pensiero allo sfortunato Campione del Mondo 2006. A partire da Rossi (clicca qui), passando per Lorenzo, Iannone, Vinales e Marquez.

Durante la conferenza stampa del giovedì a Le Mans, i piloti presenti hanno voluto ricordare Nicky Hayden (foto da: moto.it)

JORGE LORENZO –Quando ho letto della notizia su internet e delle sue condizioni molto gravi sono rimasto scioccato. E’ successo tutto così velocemente… Era in bicicletta. Pazzesco sia accaduto tutto questo. Speriamo arrivi qualche notizia positiva anche se a quanto pare è difficile stando a quello che stiamo leggendo. Non possiamo fare altro che sperare“.

Il ciclismo è uno sport che mi piace molto. Giri tanto, corri su strada vedendo tanti posti differenti e lo fai con tanti altri ragazzi. Se lo hai praticato sai per quale motivo lo ami. Però è pericoloso perché giri tra le vetture, anche in città. Puoi stare anche molto attento, ma può capitare che una persona ti venga addosso a causa di un colpo di sonno o perchè ubriaco. Si può cercare di ridurre i rischi, ma non penso si possano eliminare totalmente“.

ANDREA IANNONE –Quando sono arrivato il primo anno in Ducati lui mi ha aiutato davvero tanto. Andava fortissimo con quella moto ed era dura batterlo. Non avrei mai voluto parlare di una situazione simile con Nicky in mezzo. E’ sempre stato un ragazzo ed un pilota molto umile nel paddock. Non ricordo qualche altro collega che abbia mai detto qualcosa di negativo su di lui. A me ha sempre trasmesso quella positività e quella libertà tipica degli americani. Oggi si trova ad affrontare la sfida più importante, che è quella con la sua vita. Spero che ce la possa fare e glielo auguro con tutto il mio cuore“.

MAVERICK VINALES –Sulle sue condizioni sappiamo poco, soltanto che sta vivendo un momento difficilissimo. Speriamo che continui a lottare. Riguardo il suo incidente ho visto solo le immagini ma è difficile capire cosa sia successo realmente. Vorrei soprattutto mandare un grande abbraccio alla sua famiglia. Speriamo che la vicinanza di tutti noi possa dargli forza“.

Quando pratichi uno sport è difficile vedere il pericolo. E’ chiaro che ultimamente stia succedendo di tutto, soprattutto ai piloti. Sappiamo però che per praticare il ciclismo serva molta attenzione, perché non hai protezioni. Sei da solo con la tua bicicletta. Non è come essere in macchina, quando hai più margine di riparo. Anche correre ha lo stesso problema. Bisogna sapere che c’è pericolo se si fanno certe cose. Bisogna prendere precauzioni, è molto importante“.

MARC MARQUEZ –Conosco Nicky dal 2008, quando sono entrato nella famiglia Repsol. Io correvo in 125 e lui è stato molto carino con me fin da allora. In Australia l’anno scorso ho passato tantissimo tempo con lui. Domenica abbiamo fatto una grande festa dopo la gara e lui voleva andare a dormire, ma è rimasto fino alle 6 con me perché si stava divertendo troppo. E’ davvero molto triste, perché è una cosa che non ti puoi mai aspettare. Ti prendi tanti rischi nei weekend di gara e poi alla fine ti capita una cosa così. Io posso solo augurare ogni bene a lui ed alla sua famiglia“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo