Mondiale per club 2018, Kashima Antlers-Real Madrid 1-3: Bale trascina le merengues in finale

Pioggia di reti nella seconda semifinale del Mondiale per Club che vede scendere in campo il Real Madrid, detentore del trofeo, e i campioni asiatici del Kashima Antlers. Tutto facile per le merengues che liquidano i propri avversari con un secco 1-3. Protagonista assoluto del match Gareth Bale, autore di una splendida tripletta. Sugli scudi Marcelo, che ha fornito due assist per il gallese.

Per la gara di quest’ oggi, mister Oiwa riconferma 10/11 della formazione che avuto la meglio sul Guadalajara nel turno precedente. Solo panchina per Leandro, sostituito da Abe sulla corsia sinistra di centrocampo. Nelle merengues tornano a disposizione Benzema e Bale, affiancati da Lucas Vazquez nel tridente offensivo. Si rivede anche Casemiro, che tuttavia parte dalla panchina.

Pronti via e il match si apre con un’ occasione di marca giapponese. Serginho penetra in area dalla sinistra e scarica un potente diagonale, ma trova la bella risposta di Courtois che si rifugia in angolo. Il resto della prima frazione scorre via senza particolari occasioni, complice la scarsa precisione nei passaggi da parte di entrambe le squadre. Tuttavia, al 44′ la sblocca Bale. Grande triangolazione al limite dell’ area con Marcelo, il gallese si ritrova a tu per tu con il portiere avversario e non sbaglia.

Nel secondo tempo, il Real Madrid parte forte per chiudere velocemente il match. Al 49′ Benzema riceve in area dalla sinistra e calcia di prima intenzione battendo Kwon, ma trova il salvataggio sulla linea di Yamamoto. È il preludio alla debacle nipponica. Poco dopo Gareth Bale sale in cattedra e mette a segno altre due reti. Nella prima occasione, il gallese approfitta di un pasticcio difensivo nella metà campo avversaria. Nella seconda. concretizza il secondo assist di Marcelo con un diagonale che trafigge nuovamente il portiere del Kashima.

Forte delle tre reti di vantaggio, il Real Madrid si limita a gestire il risultato ed dà il via alla girandola di cambi che vede l’ ingresso in campo di Asensio, Isco e Casemiro. Tuttavia, nonostante l’ eloquente svantaggio, i nipponici reagiscono e accorciano le distanze a 10 minuti dalla fine con Doi, che approfitta di una sponda aerea di Endo.

Dopo l’ 1-3, il match scorre via senza ulteriori sussulti con gli uomini di Solari che conquistano la terza finale consecutiva nel Mondiale per Club, la quarta negli ultimi cinque anni. Ad attenderli nella giornata di sabato ci sarà l’Al- Ain, club di casa reduce dalla sorprendente vittoria ai rigori ottenuta sul River Plate.