Italia-Macedonia 1-1, voti e pagelle: disastro Ventura, Pandev sugli scudi

Un pari che sa come la peggiore delle sconfitte, una panchina in bilico, un Mondiale che sembra quasi lontano, quantomeno 180 minuti. Il riassunto di Italia-Macedonia sembra la trama di un film horror, ma in realtà è il ritratto di un brutto periodo per la nazionale italiana, andiamo a vedere i voti dei protagonisti di ieri.

L’undici schierato da Giampiero Ventura.

ITALIA-MACEDONIA – VOTI ITALIA

BUFFON 6 – Suda poco durante tutta la gara, tranne per qualche conclusione di Pandev, poi viene colpito da Trajkovski con un bel diagonale. In realtà la posizione di Gigi non è delle migliori, ma non si può addossare la colpa al portiere in questo caso.

BARZAGLI 5,5 – Senza infamia né lode per 45 minuti, poi esce per Rugani (dal 46′ RUGANI 5,5 – bravo in anticipo su Trajkovski poco prima del gol, poi affonda con tutta la barca azzurra).

BONUCCI 5 – Quasi incomprensibile il periodo negativo che sta attraversando. Smentisce anche chi diceva che senza Barzagli e Chiellini non è più lo stesso… perché si conferma in negativo questa sera. Sembra aver smarrito la bussola, esce in anticipo quando non deve, non verticalizza come sa, a disagio negli 1 vs. 1. Un fantasma.

CHIELLINI 5,5 – D’accordo, il gol è suo, anche se abbastanza fortuito, ma è sul suo lato che arriva il gol del pari, per un’uscita inutile e deleteria.

ZAPPACOSTA 5 – Assurdo il gol divorato nel primo tempo, quando fa il terzino, e la spazza piuttosto che colpire. Per il resto della gara si adegua ai propri compagni nella mediocrità.

GAGLIARDINI 4,5 – La premiata ditta con Parolo non funziona, eppure lui conosce bene il sistema del 3-4-3, ma sembra un pesce fuor d’acqua. Non riesce a fare quello in cui solitamente è bravo, alzare il pressing, e accorciare la distanza fra reparti. 

PAROLO 4,5 – L’ombra del Parolo laziale, vaga per il centocampo accennando pressione quasi a caso, non azzecca quasi niente in rifinitura, aiuta poco e niente gli attaccanti con i suoi inserimenti centrali. Missing.

DARMIAN 5,5 – Il meno peggio del centrocampo/difesa, spinge quanto può per dare una mano sulla sinistra ad Insigne, anche se non ha i piedi di Ghoulam, e prova a coprire.

VERDI 5 – Non abbiamo visto lo scoppiettante Verdi che ha messo a ferro e fuoco le difese avversarie in Serie A finora, ma è anche comprensibile, al debutto assoluto in una gara ambientalmente così… però veramente troppo poco, non salta mai l’uomo, non diventa mai un fattore. (dal 64′ BERNARDESCHI 5,5 – Tutto qui? Ripete quasi la prestazione di Verdi).

IMMOBILE 5,5 – Del disumano centravanti che segna ogni volta che tocca palla (o quasi) fra Serie A ed Europa League non c’è traccia. La volontà rimane, i movimenti pure.

INSIGNE 6 – Lo scambio con Immobile è da urlo, nel primo tempo, peccato per la conclusione sbagliata. Con i suoi movimenti e la sua classe sembra l’unico che può cambiare la gara, in effetti ci riesce con il filtrante che da il via all’1-0, poi però non riesce a dar di più.

ALL. VENTURA 4 – Va bene le assenze, va bene la forma fisica, ma è disastrosa la scelta dei centrali di centrocampo, appare incomprensibile come questa squadra si sia spenta caratterialmente e come quasi non lo ascolti. I danni peggiorano in conferenza stampa quando si sorprende venendo a conoscenza delle parole del suo Capitano dalla stampa, e parla di Gagliardini quasi addossando le colpe della porca forma fisica a Spalletti, che non lo schiera “da un mese” (in tal caso allora, perché convocarlo? E perché insistere nell’ostracismo verso Jorginho?).


ITALIA-MACEDONIA – VOTI MACEDONIA

Dimitrevski 6; Ristovski 6.5, Musliu 6,5, Velkoski 6,5 (75′ Zajkov s.v.); Radeski 5,5, Spirovski 6, Bardi 6,5, Alioski 6; Pandev 7 (80′ Trickovski s.v.), Nestorovski 6, Hasani 5,5 (64′ Trajkovski 7,5). Ct. Angelovski 7

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€