FELIPE MASSA F1 Piloti

Dopo l’incidente del 2009, Massa ha perso il brio dei tempi migliori ma con la Williams sta rinascendo anche se deve vincere la concorrenza interna di Bottas.

massa-williams

FELIPE MASSA IN PILLOLE:

Numero di gara 19
Data di nascita 25/04/1981
Nazionalità Brasiliano
Luogo di nascita San Paolo
Debutto in F1 Gp Australia 2002
Presenze 229
Vittorie 11
Pole position 16
Giri più veloci 15
Titoli mondiali 0

IN WILLIAMS MASSA HA TROVATO UNA NUOVA FAMIGLIA MA DA LUI CI SI ATTENDE DI PIÙ:

Felipe Massa è ormai un veterano della F1 e si appresta a vivere la stagione 2016 come pilota esperto della Williams, cercando di importunare l’ex Ferrari e la Mercedes. Ma il ruolo di punzecchiatore delle scuderie che lotteranno per il mondiale se lo dovrà guadagnare con sudore e fatica superando l’ostica concorrenza del compagno Valtteri Bottas, che in questi due anni in seno al team inglese ha dimostrato ampiamente di essere un osso duro, un pilota veloce, concreto e consistente, oltre che più giovane e motivato di Felipe.

Non a caso, infatti, nei due campionati, 2014 e 2015, finora disputati assieme, al termine di ogni stagione il pilota finlandese si è sempre piazzato davanti al brasiliano, nonostante la scarsa esperienza in F1. Con una monoposto che sembra aver risolto le problematiche di equilibrio telaistico palesate nelle piste lente lo scorso anno, Massa può anche pensare di andare all’attacco delle prime posizioni in diverse gare o quantomeno di avvicinarsi parecchio alle due corazzate lì davanti, per cogliere una buona occasione in un loro momento di defaillance.

Massa ci crede, come giusto che sia ma anche Bottas non è da meno e vedremo, a fine anno, se nel personalissimo duello in famiglia sarà ancora Valtteri a spuntarla. La velocità sul giro secco è stato da sempre il punto di forza del brasiliano a dispetto della mancanza di continuità delle prestazioni ai massimi livelli.

In Williams, comunque, Felipe ha ritrovato la propria dimensione dopo gli ultimi, difficili anni in Ferrari attraverso la convivenza, non sempre facile, con Fernando Alonso. Ha ritrovato, soprattutto, la giusta serenità per continuare a proseguire la carriera in F1, in età matura.

VELOCISSIMO MA INCOSTANTE HA AVUTO LA SUA GRANDE OCCASIONE NEL 2008:

La Rossa di Maranello resta il suo amore più grande perché è con il Cavallino che ha ottenuto i risultati migliori nel Circus, sfiorando la conquista del titolo nel 2008. Il dolce e l’amaro perché mai come in quella palpitante stagione Massa dimostrò, spesso, qualità da consumato campione e l’anno dopo fu vittima di un drammatico incidente nelle prove del Gp d’Ungheria, che poteva costargli molto caro.

La Ferrari resterà per sempre nel suo cuore sia per passione e tifo sia per essere stata la scuderia che l’ha seguito e fatto crescere dandogli l’opportunità di fiorire in F1, prima attraverso la Sauber tra il 2002 e il 2005 e poi con la stessa scuderia tricolore, a cui approdò definitivamente nel 2006, accanto al mostro sacro Michael Schumacher. La coabitazione con il tedesco fu non solo armoniosa ma anche molto produttiva per il giovane Massa che, nel momento cruciale della carriera, essendo a stretto contatto con un fenomeno ebbe modo di apprendere tanti segreti nella guida e dal mondo della F1.

Massa, tra l’altro, impressionò subito nella prima stagione in rosso vincendo due Gp e facendo addirittura meglio di Schumacher in alcune gare. Tra il 2007 e il 2008 giunse a piena maturazione sportiva correndo alla perfezione soprattutto nel 2008 quando solo alcuni ritiri infausti e un grosso errore del team a Singapore al pit-stop gli impedirono di portarsi a casa il titolo. Poi arrivò il 2009 e la tragedia sfiorata con il bullone staccatosi dalla Brawn di Barrichello che gli fini sul casco entrandogli in testa.

Si salvò ma da quel momento Massa non fu più lo stesso pilota, soprattutto nelle fasi di sorpasso dove mostrò una certa insicurezza e indecisione. Le sue prestazioni divennero incostanti e, nella fase del pieno recupero, non gli fu certo d’aiuto la presenza ingombrante in squadra di un campione spinoso come Alonso.

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.