F1, Sergio Perez: “La Force India lasci liberi di duellare me ed Ocon”

Uno degli elementi che hanno caratterizzato questo mondiale 2017, che si avvia alla conclusione con la disputa, in questo mese di Novembre, delle ultime due gare di Interlagos ed Abu Dhabi, è stato sicuramente il confronto interno in Force India tra Sergio Perez ed Esteban Ocon. Mentre il team, sorprendendo ancora una volta, ha già messo in cassaforte il 4° posto nei Costruttori con 175 punti e una sola gara senza conquistarne (Monaco), in pista più di una volta i due piloti sono finiti ai ferri corti.

Le due Force India di Sergio Perez ed Esteban Ocon (foto da: pitlanef1.es)

Il talentuoso pilota transalpino ha messo in grossa difficoltà il ben più esperto messicano, che di certo non si attendeva di dover penare così, pur riconoscendo le doti di Ocon. Al punto che, a due gare dal termine, in classifica tra i due ballano appena nove punti (92 a 83), con Esteban che, dopo la prima volta di Monza (lui 6° e Checo 9°), sono ormai tre gare di fila che arriva davanti al compagno di box.

Parlavamo della loro rivalità, esplosa apertamente in Canada, quando Perez rifiutò di far passare Ocon, entrambi nel doppio tentativo di provare ad agguantare il 3° podio di Ricciardo e di difendersi dalla furiosa rimonta di Vettel (ovviamente fallirono entrambi gli obiettivi). Tra Baku e Spa, quindi, si verificarono situazioni molto pericolose in pista, con una serie di duelli ravvicinati e ricchi di contatti e pezzi di carbonio sparsi qua e là per i circuiti, che spinsero il team ad una dura presa di posizione, arrivando a vietare ai due di battagliare in pista.

Adesso, con il 4° posto Costruttori assicurato, Perez chiede a gran voce al team di concedere nuovamente libertà di duello. “Ci hanno detto che ci avrebbero permesso di tornare a battagliare una volta che ci fossimo assicurati il quarto posto. E’ importante per me e per Esteban dimostrare alla squadra che si può fidare di noi e che possiamo fare delle buone gare anche duellando tra di noi“, ha spiegato a Motorsport.com il messicano.

A rispondergli ci ha pensato uno dei vertici del team anglo-indiano, Otmar Szafnauer: “Abbiamo due settimane per decidere e ne discuteremo all’interno del team. E’ chiaro che per lo spettacolo sarebbe meglio se Checo ed Esteban fossero di nuovo liberi di darsi battaglia. Ma contemporaneamente noi dobbiamo assicurarci che le monoposto arrivino integre al traguardo. Le componenti costano molto e se si verificasse un incidente in Brasile allora saremmo costretti a comprarne di nuove per l’ultima gara, anche perché poi ci sono dei test dopo il GP di Abu Dhabi. Ci sono vari aspetti da considerare prima di decidere“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo