F1, Lewis Hamilton: “Spero che la rivalità con Sebastian rimanga positiva”

Quest’inizio di 2017 è caratterizzato dal duello tra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, tra la Mercedes e la Ferrari. Siamo solo alle prime battute, è vero, ma la speranza di tutti gli appassionati è che si assista ad un dualismo (e perchè no, anche con un inserimento della Red Bull) che duri fino alla fine del campionato, entusiasmando ed emozionando.

Lewis Hamilton e Sebastian Vettel (foto da: sportface.it)

Il primo a sperarlo è Lewis Hamilton, che sembra decisamente contento di avere in Sebastian Vettel il più grande rivale (al momento) in questa stagione. “Sinceramente credo che il nostro rapporto rimarrà com’è adesso” – sottolinea Lewis – “E ciò succederà anche se uno di noi penserà che l’altro abbia fatto un qualcosa di ingiusto, tipo esser stato troppo aggressivo. Abbiamo molta esperienza alle spalle e ci rispettiamo molto. Una sportività stupefacente, lo diverte e riconosce le abilità dell’avversario. Noi faremo lo stesso“.

Naturalmente Seb vuole battermi, e io voglio battere lui” – continua l’inglese – “Lui compete al meglio delle sue possibilità ed è velocissimo. Quando sono capace di stargli davanti, si complimenta; e viceversa. Stiamo combattendo contro un quattro volte Campione del Mondo, probabilmente al suo apice. Lo stesso discorso vale per la Ferrari. Ma anche noi ci sentiamo al top. Un vero combattente vuole trovarsi di fronte alla sfida più difficile possibile, poichè così, quando la supera, da molta più soddisfazione. Io amo questo tipo di lotta“.

Credo che il tutto andrà avanti fino alla fine del campionato e spero proprio che nessun problema tecnico si frapponga tra noi” – conclude il pilota Mercedes – “La mia grande speranza è che si tratti di una vera e propria battaglia, con caparbietà, stabilità mentale, compostezza ed elementi simili. Cose come safety car oppure ritiri per guai meccanici tolgono emozione alle corse“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo