F1, Ferrari: non ci sono i pezzi di ricambio. Salta la sessione di test di domani

Se il buongiorno si vede dal mattino, allora i tifosi della Ferrari dovrebbero cominciare a fare i debiti scongiuri. Com’è noto, la Scuderia aveva in programma, di concerto con la Pirelli, una due giorni di test a Fiorano, oggi con Vettel e domani con Giovinazzi, tesa a provare i nuovi pneumatici “full wet” della Casa italo-cinese, in particolare per quel che riguarda la loro capacità di andare in temperatura, visto che quest’anno, in caso di ripartenza dopo safety car, si scatterà dalla griglia e non più in modo lanciato, tra l’altro senza l’uso delle termocoperte.

Sebastian Vettel, durante la prima parte di test di stamattina con le nuove Pirelli da bagnato, sul circuito di Fiorano (foto da: f1journaal.be)

Poco dopo il restart successivo alla pausa pranzo, però, Sebastian Vettel perde il controllo della SF15-T (versione “mule car”) nel tratto in discesa successivo al ponte, e si schianta contro le barriere. Non si capisce bene dalle immagini se il fuoripista del tedesco sia stato causato da aquaplaning, da un problema tecnico o dall’asfalto troppo freddo (5 C° la temperatura dell’ambiente).

Fatto sta che Seb ha rimediato una contusione e la monoposto, trasportata nel Reparto Corse per essere riparata, ha rimediato danni tali che, causa mancanza di pezzi di ricambio, ha costretto gli uomini del Cavallino ad alzare bandiera bianca, chiudendo in anticipo il test e mandando a casa sia Vettel che Giovinazzi. Rammarico anche per la Pirelli, che non ha potuto ricavare la quantità di dati prevista.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo