F1 2019 Gp d’Ungheria, dichiarazioni di Hamilton e Bottas prima del weekend

E’ il giovedì, consueta giornata dedicata alle conferenze stampa, in cui i piloti esprimono pareri sulla pista che andranno ad affrontare nel weekend. Questa volta è il turno dell’Ungheria, sul circuito dell’Hungaroring.

Hamilton saluta mesto il pubblico di Hockenheimring.
Fonte: Twitter Hamilton

Il campione del mondo Lewis Hamilton non ha passato un inizio di settimana entusiasmante. Il suo ultimo Gp in Germania non è stato dei migliori, ha garaggiato con la febbre, è stato male e anche per questo è finito in nona posizione al traguardo. 

Peccato che questa scialba prestazione ha rovinato i festeggiamenti per il 125° anniversario della scuderia anglotedesca. Questo evento sarà curato da Netflix, con uno speciale nella seconda stagione della seguitissima serie tv Drive To Survive. Però nella puntata che sarà dedicata alla Mercedes, Lewis Hamilton ha chiesto di non comparire:

“Non credo siano stati una distrazione, anzi hanno lavorato in modo fantastico. Probabilmente io non ci sarò molto perché stavo male, e non voglio farmi vedere in quelle condizioni, quindi credo che non ci sarò proprio”.

Bottas mentre si allena in vista del Gp d’Ungheria.
Fonte: Twitter Bottas

Il suo compagno di squadra Bottas, invece, deve dimenticare al più presto lo scorso weekend e catapultarsi su questo. Il tracciato dell’Ungheria no dovrebbe essere così insidioso dal punto di vista del surriscaldamento delle gomme. La temperatura non dovrebbe essere molto elevata, stando alle previsioni:

“Ogni gara è importante, certamente questa prima di una pausa estiva così decisiva per me lo è un po’ di più. Non sento particolare pressione o stress, sono già stato in questa situazione diverse volte in passato. Il modo migliore per per rispondere è spingere al massimo. In più, avverto il totale sostegno da parte della squadra, perciò non sono preoccupato. Le novità per far fronte ai problemi di surriscaldamento hanno dato risposte positive in Germania, e comunque le temperature non sembrano essere così elevate a guardare le previsioni. L’Hungaroring è un circuito in cui il carico aerodinamico conta tanto e dovrebbe quindi essere ideale per noi”.

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega