F1 2016 GP Abu Dhabi, Sainz: “Le sanzioni dei commissari sono incoerenti”

Già di suo non era stato un gran weekend per la Toro Rosso, sempre alle prese con una serie interminabile di forature che ne hanno inficiato pesantemente il lavoro nelle libere. Aggiungiamoci le difficoltà della scuderia di Faenza su un circuito come quello di Yas Marina, con la PU Ferrari dello scorso anno. Il tamponamento di Palmer ai danni di Sainz è stato, per così dire, la ciliegina sulla torta di un’ultima gara del 2016 da dimenticare.

Carlos Sainz, durante lo scorso weekend a Yas Marina (foto da: f1fanatic.co.uk/XPB Photos)
Carlos Sainz, durante lo scorso weekend a Yas Marina (foto da: f1fanatic.co.uk/XPB Photos)

I commissari hanno quindi sanzionato l’inglese della Renault con 5″ di penalità e due punti in meno sulla superlicenza. Un’insieme di sanzioni considerato troppo leggero dallo spagnolo: “Questa è la FIA, a volte va così e non ci puoi fare nulla” – dice sconsolato Sainz – “Palmer mi ha buttato fuori gara e mi son dovuto ritirare. In Russia, invece, per averlo solo portato un pò fuori traiettoria, mi sono beccato 10″. Possiamo vedere gli effetti di entrambe le manovre e capire quanto inconsistenti siano oggi le penalità. 5″ non cambiano certo la sua gara, ma credo che sia lui che la FIA sappiano di aver fatto un errore. Dovrebbe stare un pò più attento, visto che, nelle ultime due gare, ha centrato entrambe le Toro Rosso. Dovrà rifletterci quest’inverno“.

F1 GP Abu Dhabi 2016: il tamponamento di Palmer ai danni di Sainz

https://youtu.be/XBnB0UK1Dp8

 

Pronta è arrivata la risposta di Jolyon Palmer: “Sono convinto che lui abbia compiuto una frenata importante” – sottolinea l’inglese – “Mentre io non ho avuto modo di rallentare allo stesso modo quando mi sono trovato alle sue spalle. Quando colpisci qualcuno non è mai una bella sensazione. Ho sbagliato e non sono riuscito a frenare in tempo. E’ stato chiaramente un incidente di gara, a mio parere, senza intenti, diciamo così, maliziosi. E’ stato un colpo leggero, ed entrambi combattevamo con lo scarso grip“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo