Warriors, preoccupano le condizioni di Steve Kerr

Più delle condizioni degli assenti Kevin Durant, Shawn Livingston e Matt Barnes, a mettere in ansia il mondo dei Golden State Warriors è coach Steve Kerr. Nella notte, rimontando da un massimo di -17, i californiani hanno messo l’ipoteca decisiva nella serie contro i Portland Trail Blazers, espugnando il Moda Center per 119-113, portandosi sul 3-0 e prenotando le Semifinali di Conference.

Steve Kerr, capo allenatore dei Golden State Warriors dall’estate 2014 (foto da: defpen.com)

A far rumore, però, è stata l’assenza del condottiero dei Figli della Baia. Nel pre-partita, Golden State aveva annunciato che Kerr non avrebbe preso posto in panchina a causa di una non meglio precisata malattia (‘illness‘). Nulla più è stato aggiunto, scatenando di fatto non solo la preoccupazione, ma anche la caccia dei media a notizie più circostanziate sulla situazione del 51enne nativo di Beirut, Libano.

Da quel che si è capito, all’interno dei Warriors sarebbe alta la preoccupazione sulle condizioni di salute di Kerr, che dovrebbe restar fuori almeno per il resto della serie contro Portland. Stando a quanto riporta Marcus Thompson, del Mercury News, nella giornata di ieri Kerr avrebbe accusato dolori alla schiena talmente forti da impedirgli anche di camminare. Fonti di ESPN parlano di un coach che non si era mai sentito così male, arrivando al punto di dover ricorrere a delle flebo per reintegrare i liquidi persi.

Il pensiero non può che correre all’estate 2015, quando Kerr si sottopose a due operazioni alla schiena (una a Luglio e l’altra a Settembre), saltando le prime 43 partite della regular season 2015/16. Pur in sua assenza e magistralmente sostituito dall’attuale HC dei Los Angeles Lakers, Luke Walton, i Warriors ottennero un record di 39-4 (miglior partenza di sempre con 24-0), precursore del 73-9 di fine stagione, miglior record di sempre in regular season.

Al posto di Kerr, almeno in Gara-4, siederà l’assistant-coach Mike Brown, già head coach dei Cleveland Cavaliers (dal 2005 al 2010 e nel 2013-14) e dei Los Angeles Lakers (nel 2011-12).

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo