Volley, i risultati degli anticipi di A1 e Superlega

Volley, giocati un anticipo a testa in A1 e Superlega. Casalmaggiore batte Macerata con un brivido nel finale. Continua l’ottimo momento di Latina, che pur dovendosi piegare a Milano, la mette in grande difficoltà.

Non si ferma il grande volley italiano: dopo che a metà settimana sono scese in campo Trento, Perugia e Civitanova in Champions League (tre vittorie) e si è consumato il settimo turno del campionato femminile, il sabato ha riservato agli appassionati un antipasto succulento di quello che sarà il weekend di campionato.

Due match di alto spessore si sono disputati, rispettivamente, al Palazzetto dello Sport di Latina e al PalaRadi di Casalmaggiore. I ragazzi della Top Volley Cisterna, allenati da Fabio Soli, continuano a stupire in quello che è un inizio di stagione assolutamente sopra le aspettative. I pontini perdono, ma lo fanno assolutamente con onore, contro una Milano che, sebbene abbia incontrato diverse difficoltà, resta una delle migliori formazioni del campionato.

Coach Ecchelli si affida ancora a Grozer, in diagonale con Zimmermann, e viene ripagato dalla grande prova del serbo, che mette a terra 33 palloni. La squadra ospite disputa una gara solida e pulita, ma non riesce ad approfittare delle sbavature brianzole (14 errori totali) e tiene in vita la squadra avversaria, che dopo aver rimontato due volte lo svantaggio (21-25; 25-18; 26-28; 25-18) i parziali, chiude la gara al quinto, 15-11, con un muro del subentrato Thomas Beretta.

Due punti che permettono a Milano di abbandonare le zone calde della classifica, ma che non tolgono a Cisterna la soddisfazione di un terzo posto che, a questo punto della stagione, con quasi il girone d’andata finito in archivio, era pressocché insperato.

Logo Superlega maschile volley

Sfiora la rimonta, nell’anticipo di A1, Macerata. La squadra marchigiana si piega 3-1 a Casalmaggiore (25-16; 25-22; 19-25; 27-25), ma fa correre più di un brivido alle rosanero, che nel quarto e decisivo set si vedono annullare ben quattro match ball prima di spuntarla ai vantaggi.

Dopo un primo set piuttosto agevole, le ragazze di coach Pistola devono far fronte alla tenacia delle avversarie, oggi trascinate dalle ottime Malik (21) ed Abbott (13). Macerata perde di un soffio il secondo parziale, poi nel terzo si scatena, e traccia subito un solco importante senza che le lombarde riescano a recuperare.

Pistola si rasserena solo quando ritrova la migliore Mulal, nel finale di una partita che sembrava per un attimo volgere verso un finale thriller al tiebreak. A mettere giù il punto decisivo è comunque l’estone Frantti, top scorer con 20 punti, che permette alle casalasche di agguantare il settimo posto momentaneo in graduatoria.

Per Macerata, ancora penultima, la strada tracciata sembra comunque essere quella giusta. Fiesoli e compagne saranno osso duro per qualsiasi avversaria.