Ufficiale: si ritira anche Gobbi

Ufficiale: Massimo Gobbi dice addio al calcio giocato. Il classe 1980 ha disputato la sua ultima stagione con la maglia del Parma e adesso ha deciso di appendere le scarpe al chiodo. In carriera ha disputato in totale quasi 600 partite tra la Serie C2 e la Serie A, riuscendo anche ad esordire con la maglia della Nazionale italiane nel 2006. 

30 anni fa finiva la mia prima stagione da calciatore… 30 anni dopo si conclude la mia carriera. È stato un viaggio meraviglioso! Grazie alla mia famiglia. Grazie a chi c’era allora e c’è anche adesso. Grazie a chi mi è stato accanto in questo viaggio, non importa quanta strada fatta assieme ma l’impronta lasciata nel mio cammino. Un abbraccio. Massi“.
Con questo messaggio su Instagram Massimo Gobbi ha detto addio al calcio giocato chiudendo una carriera iniziata nella stagione 1998/1998 con la maglia della Pro Sesto in Serie C2 e terminata nella stagione appena conclusa con la maglia del Parma, squadra nella quale ha giocato dal 2010/2011 al 2014/2015 prima di andare a giocare al Chievo per tre stagioni.
É però proprio in Emilia che Gobbi ha deciso di chiudere la sua carriera, tornando a vestire la maglia dei ducali per l’ultima stagione della sua lunga carriera da calciatore. 

gobbi

Emerso dal settore giovanile del Milan, ha vestito le maglie di Pro Sesto, Trevisto, Giugliano, Albinoleffe, Cagliari, Fiorentina, Parma, Chievo e ancora Parma per l’ultima stagione da calciatore. 
Il 16 agosto del 2006 Gobbi ha avuto anche la soddisfazione di esordire con la Nazionale italiana sotto la gestione Roberto Donadoni, in occasione dell’amichevole tra Italia e Croazia (Livorso, 2-0), subentrando al 75′ al posto di Massimo Ambrosini. 

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gabriele Arcifera

Informazioni sull'autore
Vivo a Roma e sono laureto in Scienze politiche e relazioni internazionali alla Sapienza. Amo il calcio e la mia passione mi spinge a mettermi quotidianamente alla prova con un solo sogno nel cassetto: diventare un grande giornalista sportivo.
Tutti i post di Gabriele Arcifera