Ufficiale: Muntari firma con il Deportivo La Coruna

Inizia ufficialmente una nuova avventura per Sulley Ali Muntari.

Il ghanese, vecchia ma certamente ben nota conoscenza del calcio italiano, torna in campo dopo ben 8 mesi di attività-era senza contratto da Giugno 2017, dopo la pressoché disastrosa esperienza al Pescara-e lo fa firmando con il Deportivo La Coruna, e riabbracciando così un ex allenatore e quasi ex compagno di squadra Clarence Seedorf-curiosamente, proprio nello stesso anno, il 2012, l’olandese abbandonava il Milan, destinazione Botafogo, l’ultimo club della sua carriera da calciatore, mentre Muntari diventava l’ennesimo giocatore a percorrere la strada Inter-Milan.

Fonte: profilo “Twitter” ufficiale proprio dello stesso Sulley Ali Muntari

 

Una nuova scommessa per un giocatore sul piano calcistico ormai non più giovanissimo-34 anni il prossimo 27 Agosto-ma che ha dalla sua una grande esperienza, in Italia come detto ha giocato per entrambe le milanesi-c’era anche lui nella rosa dell’Inter del Triplete del 2010-dopo aver esordito con l’Udinese nel 2002, a soli 18 anni, la sua prima esperienza da professionista.

E come nuova esperienza sarà anche bella impegnativa per il centrocampista africano, che, assieme al tecnico Seedorf, dovrà provare a salvare dalla retrocessione il club di La Coruna, ormai da tanti anni decisamente decaduto, dopo i fasti dei primi anni 2000-nel 2004 arrivò addirittura fino alle semifinali della UEFA Champions League, dove fu però eliminata dal Porto futuro Campione.

La situazione della formazione galiziana è decisamente d’emergenza, penultimo posto in Liga con appena 17 punti dopo 24 giornate. Come sfida, decisamente, non c’è male.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato