Udinese-Milan 0-1, voti e pagelle: Romagnoli ancora decisivo, che pasticcio Opoku

Ecco i voti e le pagelle della sfida di ieri alla Dacia Arena, che ha visto la vittoria allo scadere dei rossoneri sulla formazione friulana.

romagnoli

Il Milan vince ancora allo scadere grazie ancora una volta al suo capitano, Alessio Romagnoli, decisivo anche ieri dopo la rete messa a segno al Genoa. I rossoneri vincono meritatamente in casa di un Udinese, che ha badato più a difendersi anziché giocare in maniera propositiva, senza creare di conseguenza particolari pericoli alla difesa milanista. La squadra di Gattuso, oltre alle pesanti assenze  ha dovuto rinunciare dopo la prima mezzora a Higuain, uscito per aver subito un colpo, ma il tecnico rossonero è stato molto bravo a indovinare i cambi, riuscendo a conquistare un altro prezioso successo. Da evidenziare il fatto che, per la prima volta in questa stagione il Milan non ha subito goal, dimostrazione che si sta andando sulla strada giusta.

VOTI E PAGELLE

I MIGLIORI

Romagnoli 7- Il capitano rossonero si conferma ancora una volta decisivo oltre che leader del reparto arretrato, regalando in pochi giorni 6 punti preziosi al Milan, mantenendolo in piena zona Champions insieme alla Lazio.

Musso 7- Il portiere dei friulani, si rende protagonista con diversi interventi che hanno mantenuto in partita la sua squadra, nulla però ha potuto fare in occasione della conclusione di Romagnoli, ma sicuramente è stato il migliore tra le fila dell’Udinese.

Castillejo 6,5- Lo spagnolo entra al posto dell’infortunato Higuain, crea molto e dà  vivacità all’attacco rossonero.

I PEGGIORI

Laxalt 5,5- L’ex Genoa non convince, Gattuso lo impiega ancora titolare, senza però incidere in fase di spinta e ancor meno in copertura.

Opoku 5- Perde ingenuamente la palla a centrocampo, facendo nascere il goal dei rossoneri e condannare la sua squadra alla sconfitta.

Nuytinck 4- Il suo ingresso sarebbe dovuto servire per dare una mano alla difesa friulana, invece si fa espellere dopo soli 6 minuti per un fallo ingenuo su Castillejo.