Tennis, Wimbledon 2018 Tabellone Femminile: Muguruza difende il suo titolo, tornano Williams e Sharapova, Giorgi unica azzurra

Ogni slam, al femminile, può riservare grandi sorprese, corse inaspettate e risultati incredibili in due settimane che possono trasformarsi in un vero e proprio sogno.

E Wimbledon in particolare, mancando sempre di più delle specialiste della superficie, può rappresentare per molte giocatrici un punto di svolta.

Grandissima attenzione è rivolta alla numero uno del mondo e del seeding Simona Halep che è reduce dal primo successo slam della carriera che sembrava ormai un incubo.

Ma a Parigi, la romena ha fatto valere la sua grande qualità sul rosso ma non è facile stabilire se sarà in grado di fare lo stesso anche sui prati verdi di Church Road.

L’esordio non appare difficile contro la giapponese Nara e tanto meno il secondo turno contro la vincente del derby cinese tra Zheng e Wang.

L’ottavo con la beniamina di casa Johanna Konta potrebbe essere una bella rivincita dello splendido quarto di finale dello scorso anno quando la britannica interruppe la corsa alla prima posizione mondiale di Halep rimandando questa gioia.

Il quarto della numero uno del mondo comunque è ricco di nomi potenzialmente protagonisti in queste due settimane a partire dalla numero otto del seeding Petra Kvitova, due volte campionessa di Wimbledon e recente trionfatrice a Birmingham attesa da un esordio insidioso contro la bielorussa Sasnovich.

Nell’ottavo della ceca brillano altre due campionesse slam generazionalmente differenti, la ventunenne Jelena Ostapenko e la campionessa di Wimbledon nel 2004 Maria Sharapova, la prima opposta alla britannica Dunne, la seconda alla connazionale Diatchenko in rotta di collisione per un terzo turno che promette spettacolo.

(Fonte: Twitter)

Scendendo nel tabellone ecco che sbuca la campionessa in carica che aprirà la seconda giornata sul Campo Centrale, Garbine Muguruza opposta alla giocatrice di casa Naomi Broady.

Possibili problemi per la spagnola, oltre alla pressione della difesa del titolo, potrebbero giungere al terzo turno contro l’estone Kontaveit, o in ottavi potenzialmente contro Barty o Kasatkina.

Nei quarti Muguruza dovrebbe affrontare la francese Caroline Garcia numero sei del tabellone che però avrà un esordio complesso contro l’ex top ten Belinda Bencic, in una parte di main draw dove spicca la sfida tra due finaliste di Wimbledon, la numero undici del seeding Angelique Kerber e la rediviva Vera Zvonareva, sconfitta in finale nel 2010 da Serena Williams e passata quest’anno dalle qualificazioni.

Nella parte bassa del tabellone, invece, spicca il nome di Caroline Wozniacki, seconda testa di serie e vincitrice del suo primo slam della carriera, quest’anno, a Melbourne.

La danese aprirà il suo torneo contro la statunitense Lepchenko però con un secondo turno già insidioso contro la vincente del match tra la croata Martic e la russa Makarova, prima di un’eventuale affascinante sfida contro la finalista 2012 Agnieszka Radwanska.

Nel quarto di Wozniacki spiccano però anche altri grandi nomi,  come Elina Svitolina, numero cinque del seeding, ma soprattutto Serena Williams, accreditata della testa di serie numero venticinque e potenziale avversaria della ucraina al terzo turno.

Svitolina ha forse il tabellone più complicato fin dall’esordio contro la tedesca Maria, recente vincitrice del torneo di Maiorca, passando poi per Mladenovic e Williams fino all’ottavo eventualmente contro Madison Keys, decima testa di serie, semifinalista a Parigi e decisamente a suo agio su erba.

Serena, invece, non dovrebbe avere problemi né contro Rus all’esordio, né contro Tomova o Smitkova al secondo turno prima della grande sfida contro Svitolina nei sedicesimi di finale.

Nel quarto superiore, infine, spicca il primo turno tra la finalista di Parigi e numero quattro del mondo Sloane Stephens che aprirà il suo torneo contro la croata Donna Vekic, a suo agio sull’erba e che, lo scorso anno, trascinò Johanna Konta fino al 10-8 al terzo set sul Campo Centrale in un match pazzesco.

Da qui in poi, però il tabellone di Stephens si fa via via più semplice fino ai quarti dove potrebbe sfidare una tra Karolina Pliskova e Venus Williams, finalista dodici mesi fa, Azarenka permettendo, avversaria potenziale in secondo turno della ceca numero sette del seeding.

Capitolo Italia che, purtroppo, conta di una sola giocatrice, Camila Giorgi che sei anni fa si rivelò qui al grande pubblico raggiungendo gli ottavi di finale.

La tennista marchigiana se la vedrà contro la testa di serie numero ventuno Anastasia Sevastova in una sfida non semplice ma alla sua portata e con la possibilità poi, di vedersi aprire il tabellone prendendo il posto di una testa di serie.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus