Tennis, Miami: si salva Halep, bene Azarenka, Stephens e Kerber, subito fuori Garcia

È entrato nel vivo il secondo Premier Mandatory del mese e dell’anno a Miami, con l’esordio delle teste di serie della parte alta e con diversi incontri equilibrati ed interessanti.

A partire dall’esordio della numero uno del mondo Simona Halep che se l’è vista davvero brutta contro la francese Oceane Dodin che l’ha costretta ad un combattuto terzo set vinto dalla romena solo per 7-5.

(Fonte: Twitter)

Al prossimo turno, Halep affronterà la polacca, ex numero due del mondo, Agnieszka Radwanska che ha sconfitto in apertura di giornata, in due set, la belga Van Uytvanck.

Vola al terzo turno, approfittando del ritiro della sua avversaria, anche Victoria Azarenka, che, dopo aver rimontato un break e due set point nel primo parziale, se l’è aggiudicato al tie break prima che Madison Keys fosse costretta ad abbandonare per un problema alla gamba sinistra.

(Fonte: Twitter)

Passa con qualche sofferenza di troppo, ma comunque in due set, la ceca Karolina Pliskova che supera con un duplice 7-5 la russa Makarova, mentre esce di scena la due volte campionessa slam Svetlana Kuznetsova, vincitrice anche a Miami nel 2006, sconfitta da Zarina Diyas.

Fuori all’esordio anche la numero sette del seeding, la francese Caroline Garcia che cede nettamente in due set alla statunitense Allison Riske, così come la numero dodici Julia Goerges che lotta per tre set ma esce di scena nel derby contro la connazionale Carina Witthoeft.

(Fonte: Twitter)

Vola al terzo turno la campionessa di New York Sloane Stephens che soffre solo nel secondo set contro l’australiana Tomljanovic sconfitta cedendo appena quattro giochi.

Infine, accede al terzo turno anche la ex numero uno del mondo Angelique Kerber che, in apertura di giornata, sul campo centrale, travolge in due set la svedese Larsson lasciandole appena quattro giochi.