Tennis, Fed Cup: sarà il Belgio l’avversario dell’Italia nei playoff per il World Group

Sarà Italia-Belgio la sfida che varrà, nel prossimo mese di aprile, un posto nel World Group I di Fed Cup nella prossima stagione.

Questa mattina è stato effettuato il sorteggio e la nazionale azzurra, eroicamente trascinata da Errani e Chiesa nell’ultimo weekend di Fed Cup, a Chieti, ha pescato il Belgio uscito sconfitto nel doppio decisivo al termine del match contro la Francia.

Il sorteggio, poi, ha deciso che si giocherà in Italia il 21 ed il 22 aprile del prossimo mese, con sede e superficie ancora da definire anche se verosimilmente si propenderà per la terra rossa.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Federtennis)

In attesa di sapere se Francesca Schiavone deciderà di tornare a far parte della nazionale, o se Camila Giorgi si riavvicinerà alla federazione azzurra, quasi sicuramente Tatiana Garbin farà affidamento su Sara Errani e Deborah Chiesa, grandissime protagoniste nella sfida contro la Spagna.

Il Belgio, dall’altra parte, è senza dubbio una formazione temibile e competitiva, che potrebbe solo in parte essere svantaggiata dalla superficie.

Infatti, la nazionale belga potrà fare affidamento su Elise Mertens, giocatrice giovane ed in grande crescita recentemente semifinalista a Melbourne, nel primo slam stagionale, e molto duttile nel suo gioco adatto a più superfici.

A completare la rosa, poi, saranno verosimilmente Kirsten Flipkens, giocatrice più abile sulle superfici rapide e semifinalista a Wimbledon nel 2013, ed Allison Van Uytvanck che su terra rossa ha raggiunto i quarti tre anni fa a Parigi.

Punto di domanda su Yanina Wickmayer, semifinalista a New York nell’ormai lontano 2009, ex top ten, ma in grande calo nelle ultime stagioni, pur restando un osso duro per via del suo tennis potente quando in giornata.

Insomma, il sorteggio poteva dire peggio, ma è evidente che l’Italia sarà chiamata ad una nuova grande impresa, dove proverà a sfruttare la superficie, sulla quale Errani può essere tra le più forti del mondo, oltre che il calore del pubblico di casa, per poter riabbracciare un posto tra le grandi nel World Group.