Tennis, ATP Toronto: pazzesco Tsitsipas, batte anche Anderson, in finale sfiderà Nadal

Entrare nella storia oppure farla ancora e ancora di più, questa è la posta in palio nella finale del torneo Master 1000 di Toronto oltre alla conquista del titolo stesso.

Rafael Nadal e Stefanos Tsitsipas si contenderanno il primo titolo 1000 della stagione estiva e con esso anche la possibilità di scrivere un pezzetto di storia.

Il maiorchino, numero uno del mondo, avrà infatti la chance di diventare il quarto giocatore ad aver vinto 80 titoli in carriera eguagliando campioni del calibro di Lendl, Federer e Connors, e conquistando anche il 33esimo “mille” della carriera.

(Fonte: Twitter)

Dall’altra parte della rete, invece, Tsitsipas proverà, nel giorno del suo ventesimo compleanno, a diventare il più giovane vincitore in un Master 1000 da Miami 2007, dai tempi del primo successo a questi livelli di un certo Novak Djokovic, non uno qualsiasi e proverà a disintegrare il suo stesso record stabilito ieri, ovvero quello di top ten battuti, nello stesso torneo, da teenager.

Alla finale, il tennista greco ci è arrivato con una nuova incredibile vittoria al termine di quasi tre ore di battaglia, in rimonta, contro il recente finalista di Wimbledon Kevin Anderson.

Dopo aver perso al tie break un equilibrato primo set, Tsitsipas non si è scomposto e ha ripreso il suo gioco vario a tutto campo, impreziosito da meravigliosi rovesci ad una mano e pesanti e potenti accelerazioni di diritto a tutto braccio.

Ristabilita la parità con la conquista del secondo set grazie ad un unico e prezioso break, Tsitsipas ha trascinato l’incontro al terzo dove ha avuto la freddezza e la personalità di rimanere sempre attaccato nel punteggio all’avversario che serviva per primo e con notevoli percentuali con questo fondamentale come al suo solito.

Nel tie break la tensione era evidente nel volto e nei colpi di entrambi, i primi quattro punti ottenuti contro servizio ne erano la prova tangibile, fino all’allungo potenzialmente decisivo del giovane greco sul 6-4.

Ma un doppio fallo di paura e contrazione e un diritto perso dopo un lungo scambio in difesa, hanno rimesso tutto in equilibrio prima che fosse Anderson a guadagnarsi il suo match point.

Sotto per 7-6, con due match point sfumati nella mente e negli occhi, Tsitsipas ha mostrato la stoffa del campione, quella con cui si nasce e che non si può né imparare né dimenticare, e con un favoloso rovescio in cross vincente dopo un lungo scambio ed un ace al centro, il greco ha spostato la bilancia nuovamente a suo favore ottenendo un terzo match point.

Quello decisivo quando Anderson manda lungo l’ultimo colpo di una straordinaria battaglia che corona una impresa fantastica; mai nessun ragazzino aveva sconfitto quattro top ten (Thiem, Djokovic, Zverev, Anderson) nello stesso torneo, nemmeno Rafa che nella sua reggia di Montecarlo ne aveva sconfitti tre nel lontano 2006.

(Fonte: Twitter)

E proprio Rafael Nadal sarà l’avversario di Tsitsipas in questa inaspettata ed incredibile finale, il numero uno del mondo sarà l’ultimo ostacolo per quello che, a tutti gli effetti, sarebbe uno dei risultati più clamorosi della storia del tennis, perché, se è vero che del ragazzino greco si parla bene da tempo, è anche vero che, ad exploit del genere, ci avevano abituato solo Federer, Nadal e Djokovic, insomma non gente qualsiasi.

Nella nottata italiana, Nadal ha strappato il pass per la finale superando le difficoltà della pioggia e la potenza dei colpi di Karen Khachanov, alla prima semifinale in un Master 1000. Il maiorchino è stato costretto ad una strenua lotta nel primo set, combattuto punto a punto e conquistato solo al tie break, prima di avere vita più facile nel secondo.

Oggi, nella serata italiana, se la vedrà in una sfida comunque generazionale, come detto, contro il giovanissimo Tsitsipas, un solo precedente, un’altra finale, quest’anno, in una delle case di Rafa sul rosso, a Barcellona, chissà che oggi non possa avere un esito diverso…

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini