Tennis, ATP Sofia: Sinner e Caruso ai quarti di finale, bene anche de Minaur

Nell’ultimo torneo dell’anno prima delle ATP Finals di Londra sono ben due gli azzurri capaci di raggiugnere addirittura i quarti di finale, Jannik Sinner, come da pronostico, e Salvatore Caruso, lui decisamente a sorpresa.

Il giovane talento classe 2001, infatti, dopo aver piegato all’esordio l’ungherese Marton Fucsovics, partiva decisamente favorito contro lo svizzero Marc-Andrea Huesler (6-3 6-4), rientrato in tabellone come lucky loser, e sconfitto in due set.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Caruso, invece, dopo aver sofferto, e non poco, contro la wild card locale Kuzmanov, ha ottenuto una delle vittorie più prestigiose della carriera, almeno in termini di ranking, contro il numero 21 del mondo, il canadese Felix Auger-Aliassime (6-4 6-4).

Adesso Sinner se la vedrà contro l’australiano Alex de Minaur, numero tre del tabellone, che in due set ha eliminato il russo Aslan Karatsev (6-4 7-6), mentre Caruso troverà il francese Richard Gasquet, ex top ten, vincente in due sul giovane ceco Jonas Forejtek (6-4 6-2).

Tra gli altri risultati di giornata, vittoria in due set per il francese Adrian Mannarino, numero cinque del seeding, sul bielorusso Egor Gerasimov (6-4 7-6), e per il numero sei, l’australiano John Millman, in tre set, sul transalpino Gilles Simon (7-5 6-7 6-2).

QUI, per il tabellone aggiornato dell’ATP 250 di Sofia.

QUI, per l’ordine di gioco di oggi (in campo Sinner e Caruso).

Migliori Bookmakers AAMS

Sito scommesseCaratteristicheBonusVai al sito
Eurobet10€ Bonus Scommesse al DepositoBonus Scommesse fino a 215€ Vai al sito
SNAIBonus 15€ Gratis alla RegistrazioneBonus 100% fino a 300€ sul primo deposito Vai al sito
Starcasino ScommesseFino al 300% Bonus Multipla ScommesseBonus Fino a 1000€ Vai al sito

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini