Tennis, ATP Finals Londra: Federer supera Zverev ed è il primo semifinalista, Sock elimina Cilic

La terza giornata delle ATP Finals di Londra ha consegnato i primi verdetti del torneo e Roger Federer, grande favorito dell’ultimo evento della stagione, è il primo a qualificarsi, matematicamente, per le semifinali.

Lo svizzero, nel match della sessione serale, era opposto al giovane tedesco Alexander Zverev, numero tre del mondo e vincitore quest’anno dei Master 1000 di Roma e di Montreal, nella sfida senza dubbio più attesa della giornata, e forse del torneo in seguito al forfait di Rafael Nadal.

Un match che in parte, però, ha deluso le aspettative se non altro per la qualità generale, mentre non sono mancate emozioni e capovolgimenti nei primi due parziali.

Il primo set segue l’andamento dei servizi, Zverev soffre di più, è costretto anche ad annullare set point, ma riesce ad impattare al tie break, ma lo stesso Federer sembra più vulnerabile al servizio rispetto al match d’esordio contro Sock.

Il tie break, infatti, inizia malissimo per Federer che smarrisce la prima di servizio e si ritrova repentinamente sotto per 0-4.

Qui, però, Zverev fallisce l’occasione di mettere pressione allo svizzero e di scappare ulteriormente nel punteggio per mettere una seria ipoteca sul parziale, e si fa rimontare dal campione di Melbourne e Wimbledon, che inanella 5 punti consecutivi.

Il tedesco riesce comunque a reagire procurandosi il suo primo set point che però, Federer annulla prima di procurarsene uno nuovo, per sé, che questa volta non fallisce.

Sulle ali dell’entusiasmo e approfittando dello sconforto del giovane avversario, Federer scappa subito avanti di un break nel secondo, ma poco dopo incappa in una serie di gratuiti che rimettono in carreggiata Zverev che torna prepotentemente nel match fino ad issarsi 6-5.

Questa volta, in risposta, Zverev è preciso e lucido, si porta avanti 0-40 e riesce, al terzo set point, tornando a spingere e a muovere lo svizzero, a far suo il secondo parziale.

Tutto rimandato al set decisivo che però si rivela molto più deludente di quanto ci si potesse aspettare, perché infatti, il parziale è un assolo di Federer che domina, dall’inizio alla fine, concedendo appena un gioco al suo avversario e strappandogli addirittura per due volte il servizio, chiudendo, non solo l’incontro, ma anche la pratica qualificazione.

Il successo di Federer infatti, proietta lo svizzero in semifinale anche in virtù del risultato maturato in precedenza in questa terza giornata.

Nella sessione diurna infatti, Jack Sock, sconfitto all’esordio proprio dallo svizzero, ha rimontato un set di svantaggio al ben più esperto croato Marin Cilic che però, ancora una volta, ha dimostrato poco carattere e sangue freddo nei momenti cruciali del match.

Il primo set, equilibrato quasi fino alla fine, va nelle mani del croato che riesce a condensare le sue cose migliori nel dodicesimo gioco quando, in risposta, è abile a strappare il servizio allo statunitense portandosi così in vantaggio.

Il secondo parziale, invece, si decide nel lunghissimo quarto gioco, durato 12 minuti e nel quale Sock, dopo essere riuscito a strappare il servizio a Cilic, ha saputo difendere il vantaggio annullando svariate palle break ed allungando nel punteggio fino al 6-2 conclusivo.

L’ultimo e decisivo parziale, è iniziato all’insegna di Cilic, abile subito a trovare il break, ma non altrettanto a difenderlo, nel quinto gioco, sprecando anche una chance per scappare via sul 4-1.

Così, rimesso in partita, Sock ha trascinato il parziale al tie break rispondendo punto su punto alle accelerazioni dell’avversario e difendendo senza grandi problemi i suoi turni di battuta.

Sulla falsa riga dell’intero incontro, anche il tie break ha visto passare il croato al comando grazie ad un mini break cruciale solo all’apparenza perché, sotto nel punteggio, Sock si è portato a casa un punto decisivo con un recupero pazzesco, su un nastro fortunoso di Cilic, che ha rimesso tutto ancora una volta in parità.

Questo “hot shot” di Sock è stato solo il primo di una serie 4 punti consecutivi che ha regalato allo statunitense, non solo la prima vittoria della carriera nelle ATP Finals, ma anche la possibilità di giocarsi il tutto per tutto nell’ultimo incontro di giovedì contro Alexander Zverev, una sfida che mette in palio il passaggio del turno e la qualificazione alle semifinali.

Migliori Bookmakers AAMS

Sito scommesseCaratteristicheBonusVai al sito
Eurobet10€ Bonus Scommesse al DepositoBonus Scommesse fino a 215€ Bonus Scommesse fino a 215€ Vai al sito
SNAIBonus 15€ Gratis alla RegistrazioneBonus 100% fino a 300€ sul primo deposito Bonus 100% fino a 300€ sul primo deposito Vai al sito
Starcasino ScommesseFino al 300% Bonus Multipla ScommesseBonus Fino a 1000€ Bonus Fino a 1000€ Vai al sito

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini