Tennis, ATP Cincinnati: Daniil Medvedev conquista il torneo, supera Goffin, è il suo primo ATP Master 1000

Finalmente Daniil Medvedev conquista il suo primo ATP Master 1000 e lo fa a Cincinnati, al termine di una nuova splendida settimana di tennis con una vittoria su tutte davvero prestigiosa.

Il tennista russo, super protagonista in questa estate nordamericana, dopo le finali raggiunte ma perse a Washington e a Montreal, ha finalmente trovato il meritato successo approfittando della grande occasione nell’evento in Ohio.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

A Cincinnati, Medvedev ha dominato fin dai primi turni con successi rapidi e convincenti prima di trovare, in semifinale, la grande vittoria, in rimonta, dopo un primo set opaco, contro il numero uno del mondo Novak Djokovic, partita che, poi, gli ha spalancato le porte del titolo.

In finale, infatti, Medvedev ha colto al volo la grande occasione contro il belga David Goffin, per la prima volta così avanti in un ATP Master 1000 e bravo e fortunato ad arrivare in fondo sfruttando una parte di tabellone meno competitiva erg giorno dopo giorno, sempre più priva di teste di serie.

Medvedev ha fatto suo il match in due set e, dopo un primo parziale molto equilibrato, ma sempre condotto e poi dominato nel tie break, ha gestito alla perfezione il momento di pressione, decisivo, nel secondo nel quale ha dimostrato personalità e valore tennistico.

Con questo successo il giovane tennista russo si candida ad essere uno dei principali protagonisti dell’imminente slam di New York dove, senza dubbio, la lunga durata, il tre set su cinque, scombinerà un po’ le carte in tavolo, modificherà gli equilibri, ma non potrà di certo mettere in ombra la splendida forma mostrata da lui in questo mese estivo.

Inoltre, Medvedev sarà, da quest’oggi, numero cinque della classifica mondiale, un segnale inequivocabile di una crescita e di una maturazione sempre più evidenti ed importanti, un altro esempio di una nuova generazione che vuole finalmente diventare grande protagonista.