Superbike, Hayden e Bradl soddisfatti della nuova Honda

C’era curiosità a Jerez de la Frontera, dove questa settimana si sono svolti i primi test invernali della stagione 2017 della Superbike, intorno all’esordio della nuova Honda, la CBR1000RR Fireblade SP2. La nuova derivata di serie del colosso nipponico è stata portata in pista da due ex centauri della MotoGP, ovvero Nicky Hayden e Stefan Bradl, i quali da una parte si sono detti contenti, mentre dall’altra hanno ammesso un certo ritardo rispetto alle moto concorrenti.

Nicky Hayden, in sella alla nuova Honda SBK, testata per la prima volta questa settimana, a Jerez (foto da: super7moto.com)

La squadra ha fatto un gran lavoro nel preparare le nuove moto e portarle già a Jerez” – ha dichiarato Nicky Hayden, 6° il secondo giorno dopo la simulazione della qualifica – “Il primo giorno lo abbiamo usato per sgrossare la moto, poi abbiamo iniziato a mettere insieme alcuni giri che definirei decenti. Abbiamo fatto già alcuni passi avanti, ma siamo certamente ancora indietro rispetto alla concorrenza. C’è molto lavoro da fare“.

Queste, invece, le impressioni del tedesco Bradl: “Per essere la prima uscita, direi che non è andata male. Già al secondo giorno siamo migliorati nettamente rispetto al primo. In uscita curva, per avere più aderenza a disposizione, dobbiamo ancora lavorare. Ma a parte qualche problema di precocità, i test non sono stati negativi. Ora ci concentreremo sulla prossima sessione di prove, a Portimao“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo