Serie B, probabili formazioni 25° giornata: il Carpi vuole rilanciarsi a Frosinone, Verona atteso ad Avellino

Tra domani a domenica, la Serie B torna in campo per il suo 25° appuntamento. Il big match sarà FrosinoneCarpi, una gara che vale molto più dei tre punti in palio. Vale una seria candidatura alla promozione diretta in caso di vittoria frusinate e la possibilità di giocarsi un posto in A in caso di vittoria emiliana.

Domani sera scenderanno in campo Vicenza e Salernitana, che daranno vita ad un match interessante che permetterà al vincitore di allontanarsi ancora dalle zone calde e iniziare a cullare un piccolo sogno chiamato playoff.

Sul duro campo di Avellino, un Verona privo dello squalificato Pazzini dovrà sudare sette camicie per vincere e difendere il primo posto dalle brame del Frosinone. Non sarà affatto facile, anche perché i lupi hanno un disperato bisogno di punti per uscire dalle secche della zona retrocessione.

Il Trapani, falcidiato da infortuni e squalifiche, andrò ad Ascoli a giocarsi le sue carte per la salvezza, adesso nuovamente possibile grazie al cambio di rotta impresso ad inizio anno. L’Ascoli è più tranquillo, ma non troppo, e vuole continuare a macinare punti per incrementare il distacco dalle dirette concorrenti e, forse, sognare qualcosa di più.

Dopo il beffardo pareggio ottenuto a Verona, il Benevento ospiterà il Latina con l’obiettivo di salire ancora un po’ in classifica. Ma i pontini sono ossi duri e cercheranno di fermare a a due la striscia di sconfitte consecutive e di abbandonare la delicata posizione di classifica che occupano.

Altra gara interessante sarà quella tra Entella e Spal: le due compagini hanno accusato un calo di rendimento nelle ultime due giornate, con conseguente rallentamento. Un eventuale pareggio, il terzo di fila per entrambe le squadre, non gioverebbe molto nè al loro morale, nè alle loro ambizioni.

Cesena-Bari è una sfida a metà tra playoff e playout: la seconda categoria vale per il Cesena, nella scorsa giornata vittorioso in trasferta per la prima volta e desideroso di vincere ancora per iniziare a pensare in grande. Dal canto suo, il Bari deve rimettersi in marcia per restare attaccato all’ottavo posto. Meno altalena e più continuità, questo è il motto che i galletti devono imparare.

Malgrado le troppe sconfitte, il Cittadella è ancora lì, in piena zona promozione, ma deve guardarsi le spalle dalle concorrenti. Non sarà facile mostrare tutta la qualità che sembra perduta su un campo come quello di Novara, contro un avversario interessato ai playoff e ultimamente appannata e arrabbiata.

Pro Vercelli-Spezia è una gara apparentemente a senso unico, ma la B sa come rovesciare ogni pronostico, e, inoltre, il campo dei piemontesi è uno dei più complicati del torneo. Ci vorrà un ottimo Spezia per spuntarla, ma anche i padroni di casa devono far punti per uscire da una situazione pericolosa.

Discorso simile si può fare per Perugia-Ternana, il derby umbro, sentitissimo da entrambe le tifoserie. La classifica dice che i perugini stanno molto meglio dei ternani, ma in una gara del genere escono fuori altri tipi di concetti e motivazioni più profonde, slegate da meri motivi di graduatoria.

Chiude la rassegna la sfida salvezza tra Brescia e Pisa: un pareggio sarebbe inutile,m se non controproducente. Una sconfitta sarebbe dannosa. Una vittoria, invece, aprirebbe nuovi orizzonti.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana