Serie A 2017-2018, amarcord 37° giornata: Juventus Campione d’Italia, Lazio-Inter da brividi

A 90 minuti dal termine del campionato, la Juventus è Campione d’Italia. Inutile la vittoria del Napoli a Genova, il pareggio per 0-0 in casa della Roma regala ai bianconeri il settimo scudetto di fila. La Lazio pareggia a Crotone e ora dovrà difendersi dall’assalto dell’Inter: se i nerazzurri vincono a Roma, sono in Champions League.

CLASSIFICA TOP

JUVENTUS

Campione d’Italia per la settima volta consecutiva, quarta Coppa Italia di fila. Non ci sono parole per descrivere l’impresa della Juventus. Scudetto meritato, senza se e senza ma. I più forti sono ancora loro.

GIACCHERINI

Il gol con cui pareggia i conti a Bologna è un gioiello da rivedere mille volte, ricorda molto i gol di Van Basten e di Totti. Giusto per dirne due a caso. La salvezza del Chievo, forse, è passata dai suoi piedi.

MILIK

Sinistro a giro da urlo ed esultanza rabbiosa per il polacco, lasciato troppe volte in panchina al posto di uno spento Mertens. Se Sarri lo avesse messo dentro subito a Firenze

Fonte immagine: Facebook

CLASSIFICA FLOP

INTER

Cornice di pubblico delle grandi occasioni, motivazioni a mille ma prestazione indecente. Per fortuna ci ha pensato Zenga a mantenere in vita una squadra che, sul campo, non aveva meritato di andare in Champions League. Ora dentro o fuori all’Olimpico.

LAZIO

Secondo match-point sprecato dalla Lazio, che ora dovrà difendersi dagli attacchi dell’Inter costretta a vincere all’Olimpico. Due risultati su tre a favore dei biancocelesti, in più tornerà Immobile. Sarà una settimana di passione.

MILAN

In vantaggio di un gol a Bergamo, si chiude e si fa raggiungere al minuto 92 da Masiello (complice ancora una incertezza di Donnarumma). La strada per diventare grandi è ancora lunga.