Salernitana-Juventus 0-2, Allegri: “La Juventus ci ha dato e ci sta dando tanto, ora tocca a noi dare qualcosa”

L’allenatore della Juventus Massimilano Allegri ha parlato a DAZN dopo il successo per 2-0 della sua squadra contro la Salernitana. Il tecnico bianconero ha dichiarato fedeltà alla causa bianconera e vuole ricambiare quando gli sta dando l’ambiente.

Torna al successo la Juventus che nell’anticipo della quindicesima giornata di Serie A ha battuto 2-0 la Salernitana all’Arechi.

I bianconeri dominano il primo tempo e passano in vantaggio con Dybala al 21′, sfiorando più volte il raddoppio. Nella ripresa i granata colpiscono un palo con Ranieri al 58′, poi Morata chiude i giochi al 70′ su assist di Bernardeschi beffando Belec. Nel finale la Juventus sbaglia anche un rigore con Dybala.

Una vittoria fondamentale per la Juventus che ritorna dunque a -7 dall’Atalanta dopo la vittoria nerazzurra per 4-0 sul Venezia. A DAZN, Massimiliano Allegri ha commentato questo successo, spendendo parole importanti: “Credo che i ragazzi stasera abbiano fatto una prestazione buona, soprattutto perchè non è facile con la Salernitana, in questo campo. Nel secondo tempo abbiamo rischiato, perchè due-tre cross comunque sono passati dentro l’area. Veniamo da un momento di pressione, perchè non è facile, abbiamo perso con l’Atalanta in casa anche se abbiamo fatto una buona partita. Stasera potevamo fare più gol e giustamente Chiellini ha detto una cosa giusta, oggi ne abbiamo parlato con la squadra. Credo che la Juve ci abbia dato tanto e ci sta dando tanto, in questo momento quindi dobbiamo essere noi a dare alla Juventus, perchè abbiamo il senso di responsabilità giusto che dobbiamo avere e per cercare di fare qualche risultato che con le medio piccole abbiamo sempre fallito”.

Allegri si è detto soddisfatto della gestione del pallone, anche se ha sottolineato come ci sia da migliorare dal punto di vista delle accelerazioni quando la palla arriva tra le linee. Il tecnico bianconero ha affermato di essere contento del gol di Morata ed anche del fatto che lo spagnolo era cosciente di poter far di più. con Allegri che ha anche dichiarato come si poteva fare qualche gol in più per chiudere prima la partita. Allegri ha poi fatto i complimenti alla squadra per aver retto la pressione, affermando come in campo c’erano molti giovani che sono stati bravi a non farsi prendere dalla frenesia.

Dopo la sconfitta con l’Atalanta serviva un pronto riscatto e così è stato anche se la Juventus non è stata spumeggiate. Allegri ha affermato come non abbia avuto bisogno di discorsi particolari e che in periodi del genere bisogna semplificare le cose: “Fortunatamente abbiamo giocato dopo 3 giorni dall’Atalanta, comunque con l’Atalanta avevamo fatto una buona partita. Poi in qusti momenti la cosa migliore è quella di semplificare le cose, gli ho detto due cose che secondo me andavano fatte stasera nella partita, nelle posizioni in campo, nelle traiettorie di passaggio. Le abbiamo provate nell’allenamento di ieri, l’unico allenamento che potevamo avere a disposizione. E oggi ho parlato a livello mentale”.

Allegri ha ribadito di aver detto ai giocatori che sono loro a dover qualcosa alla Juvents e che con le vittorie si guarda tutto da un’altra prospettiva. Il tecnico toscano ha poi negato di aver trovato una società diversa rispetto al passato: “Non è cambiato nulla. C’è la presenza della società come sempre. Ha parlato il presidente, ha parlato John Elkann anche oggi. Noi dobbiamo fare il nostro lavoro in campo. Quello che è successo nei due anni che non c’ero io non voglio saperlo. Quando sono tornato, ho parlato con il presidente e mi ha chiesto di fare parte di nuovo della Juventus per cercare di portare avanti un progetto con una squadra con meno esperienza di quella che ho lasciato. E’ normale che abbiamo alti e bassi, dispiace perché con la qualità che la squadra ha possiamo migliorare e potevamo far meglio in quelle quattro partite. Devo ancora conoscere i giocatori, loro devono ancora conoscere me. Giochiamo ogni tre giorni. L’obiettivo degli ottavi di Champions lo abbiamo raggiunto in anticipo. Ora abbiamo un po’ più di tempo per lavorare e speriamo di recuperare il terreno lasciato per strada”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei