Roma-Spal 3-1, voti e analisi: Florenzi, spiraglio di luce. Il tunnel è finito? Perotti bomber di rigore. Pellegrini, indicaci le vie

Dopo la brutta prestazione di giovedì in Europa League, i giallorossi tornano alla vittoria sfoderando una prova di coraggio. Florenzi e la frase sibillina. Ora la Lazio è a -1. 

Sognavo questa Roma e Roma c’è. Lo cantava Venditti in “Che c’è” e lo hanno urlato i 40.000 dell’Olimpico, e non solo, teatro giovedì di una prestazione opaca e priva di colore, ma che oggi ha visto ruggire l’undici di Fonseca allo svantaggio firmato da Petagna, sempre di più accostato alla maglia giallorossa.

A trascinare la Roma alla vittoria (ampiamente meritata, le statistiche recitano 67,9% possesso palla giallorosso) ci pensano Pellegrini (anche se a fine gara la Lega ha assegnato il gol a Tomovic per ” deviazione attiva, volontaria e decisiva”) Perotti ( su rigore) e Mkytharian.

Una prova di carattere, come si chiedeva dopo il pareggio col Wolfsberger, ma sopratutto una partita figlia della compattezza dello spogliatoio. Eloquente l’immagine dei giocatori accorsi ad abbracciare Capitan Florenzi a fine gara.

SONO FUORI DAL TUNNEL- Si, Capitano con la lettera maiuscola. Perché il terzino giallorosso durante questo periodo tutt’altro che raggiante, non ha mai aperto bocca. Non ha mai contestato le decisione del Mister. Ogni qualvolta è stato chiamato in causa ha sempre dato il massimo, anche se a volte non è stato sufficiente. Ha messo la Roma al primo posto. Insomma, si è comportato da Capitano.

Si dice che molto probabilmente questa sia stata l’ultima partita all’Olimpico con la maglia giallorossa e con la fascia al braccio. In zona mista, rivolgendosi ad una dipendente del club, ha detto: “Vi farò un discorso strappalacrime”, riferendosi alla cena per gli auguri di Natale in programma questa sera. 

NON È TUTTO ORO QUEL CHE LUCCICA- Vero, la partita è stata vinta con carattere e compattezza. Che però si sono visti soltanto nel secondo tempo, ancora una volta. Nei primi quarantacinque minuti si è peccato nuovamente di lucidità, che rischiava di rilevarsi decisiva. Altra nota negativa è la capacità di concludere a rete e di concretizzare la grande mole di gioco che si crea, talloni d’Achille che ormai abitano da tempo nella Roma. 

Tutto ciò rischiava di rivelarsi fatale, se non fosse stato giustappunto per il secondo tempo affrontato come si deve.

Sprecare un tempo ed occasioni potrebbe portare in futuro a mordersi rabbiosamente le mani. 

LA ( QUASI) TRINITÀ- 3 gol, 3 punti e terzo posto. O quasi. Con la vittoria ottenuta, i giallorossi si portano a -1 dal gradino più basso del podio, momentaneamente occupato dalla Lazio.

La squadra di Simone Inzaghi domani è impegnata a Cagliari, in uno scontro diretto per i posti Champions. La Roma, sorniona, guarderà attentamente, sperando di chiudere sul momentaneo podio il 2019. Sorte volendo. 

Pagelle Roma

Pau Lopez 6- Si allunga benissimo sulla conclusione di Petagna al 10′, scacciando il rischio di un possibile black-out mentale. Si diverte però a gelare il sangue dei tifosi gestendo con molta, troppa calma il pallone con i piedi. Come in occasione del rigore del vantaggio.

Florenzi 6,5- Approccia la partita con un mezzo balbettio. Poi si riprende e confeziona una di quelle prestazione che non si vedevano da tempo e di cui aveva un gran bisogno. Dietro però passano sempre in troppi. Suo l’assist per il sigillo di Mkhitaryan. Elogio della pazienza.

Fazio 5,5- Con Cetin forma una bizzarra coppia divensiva. Ha tuttavia una leggera ripresa rispetto a giovedì. Non è molto impegnato, ma si fa trovare pronto pur regalando molte incertezze. Graziato nel finale.

Cetin 6- Buon rientro in campo per il centrale turco. Quando è chiamato in causa è attento. Commette qualche sbavatura, ma disputa una prestazione dignitosa e dà sicurezza. Sfiora il gol due volte.

Kolarov 5,5- È sempre lui la spina sul fianco che la Spal deve cercare di togliere. Si propone sempre per le sortite giallorosse. Suo malgrado è l’autore ( con minima complicità di Pau Lopez) del rigore. A Natale deve recuperare ossigeno. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Roberto Gentili

Informazioni sull'autore
Cresciuto a pane, calcio e sport.
Tutti i post di Roberto Gentili