Roma: frenata per il rinnovo di El Shaarawy

Il momento no del Faraone potrebbe pregiudicarne anche il rinnovo contrattuale. Intanto a fine stagione possibile addio dei preparatori atletici, Norman e Lippi.

E’ decisamente un periodo nero per Stephan El Shaarawy, per altro poco utilizzato da Di Francesco nel momento cruciale e più intenso della stagione. Novanta minuti al fianco di Totti in tribuna nel gelo di Karchiv nel match di Champions League contro lo Shakhtar Donetsk, e altrettanti in panchina nella gara persa contro i rossoneri, quando il tecnico giallorosso gli ha preferito Dzeko, Defrel e Gerson.

Stephan El Shaarawy

Secondo quanto riportato da calciomercato.com, proprio questo suo essere finito in fondo alle preferenze offensive del mister, potrebbe pregiudicarne anche il rinnovo contrattuale col club giallorosso. El Shaarawy, nella Capitale dal gennaio 2015, era pronto a firmare un nuovo accordo fino al 2022, ma la trattativa pare aver subito – almeno per ora – una brusca frenata, con la società giallorossa che si aspetta prima delle risposte sul campo.

L’italo-egiziano ha più volte dichiarato di stare bene a Roma e di voler rimanere nella Capitale, ma il suo futuro resta ancora in bilico. Intanto, tra le tante cause del periodo no della squadra di Di Francesco, c’è sicuramente quello della condizione fisica. E’ per questo motivo, scrive La Gazzetta dello Sport, che i due preparatori atletici, Norman e Lippi, (voluti dagli Stati Uniti) potrebbero andar via a fine stagione.