Qarabag-Roma: alle 18 i giallorossi contro la storia azera

Roma che scenderà in campo nella seconda partita del girone di Champions League contro il Qarabag, squadra con una terribile storia alle spalle.

Partita sulla carta abbordabile per la Roma di Eusebio Di Francesco, che nella prima trasferta europea affronterà i campioni d’Azerbaijan del Qarabag che nella prima giornata sono stati sconfitti per 6-0 dal Chelsea di Antonio Conte e rappresentano, almeno sulla carta, la squadra con meno esperienza in Champions League.

STORIA – il Qarabag venne fondato nel 1951 ha sede nella città di Agdam. In seguito alla guerra d’indipendenza del 1992, nel sud-ovest dell’Azerbaijan, tra la maggioranza etnica armena del Nagorno Karabakh e la Repubblica d’Azerbaijan, la squadra si è trasferita a Baku, capitale azera. Dopo la guerra, lo stadio dei bianconeri venne distrutto e tutta la squadra sterminata nel conflitto civile. Ci volle una profonda ricostruzione per permettere al Qarabag di giocare nell’attuale stadio Tofiq Bahramov (31.000 posti) e di vincere, dal 1993, 5 titoli nazionali e 6 coppe d’Azerbaijan.

IN EUROPA – la prima apparizione europea del Qarabag risale al 2009-10 quando venne eliminata ai play-off di Europa League. L’anno successivo, invece, fu inserita nel girone F della stessa competizione con Inter, Saint-Etienne e Dnipro. La partecipazione all’attuale Champions League resta il più grande successo del club, prima squadra azera a giocare nella massima competizione Uefa. In precedenza anche il Neftci Baku aveva preso parte ai gironi d’Europa League.

PRECEDENTI- il Qarabag affrontò nel 2010-11 l’Inter, perdendo per 2-0 a Milano e pareggiando per 0-0 in Azerbaijan. Della scorsa stagione sono invece le sfide con la Fiorentina, entrambe perse per 5-1 e 1-2.

Nonostante la squadra azera sia considerata la cenerentola dell’intera competizione, non è da sottovalutare, soprattutto per il fattore campo che potrebbe ricoprire un ruolo non indifferente nella gara di oggi. 

Tuttavia, i giallorossi hanno bisogno di tornare in Italia con i tre punti dopo il pareggio interno con l’Atletico Madrid per non perdere il treno della qualificazione agli ottavi di finale.

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.