Premier League 2019-2020, ecco le novità: orario anticipi, Var e arbitri stranieri

Ecco come cambia la prossima stagione di calcio inglese.

Saranno molte le novità della prossima stagione di Premier League che rispetto a quella disputata quest’anno cambierà completamente pelle. La prima novità, accolta sicuramente in maniera positiva dai club di Premier, sarà l’utilizzo del VAR, chiesto a gran voce quest’anno da molti allenatori dopo aver subito qualche sfavore arbitrale. La tecnologia in campo, come già ampiamente dimostrato negli altri top campionati europei, sarà molto utile agli arbitri inglesi che avranno dunque un grande aiuto durante la direzione delle partite, arbitrando con più serenità.

Un altro cambiamento riguarda gli orari delle partite, con una partita che si giocherà il sabato alle ore 19:45. In Premier, già si disputa una partita il sabato alle 14:05 ed anche questo nuovo orario ha avuto consenso favorevole da parte del pubblico inglese. La novità più intrigante di tutte, invece, è sicuramente la scelta di affidare alcune partite del campionato ad arbitri stranieri, con la Premier che diventerà il primo campionato a proporre tale novità. Uno dei primi arbitri stranieri, ad esempio, sarà Jarred Gillet, fischietto australiano che almeno inizialmente sarà inserito del Select Group 2, ovvero tra gli arbitri di Championship in attesa di promozione in Premier

Sono dunque tre le novità più interessanti della prossima stagione di Premier League che si preannuncia ancor più combattuta di quella appena trascorsa. Come già accaduto negli altri campionati, inoltre, il VAR farà giustizia, limitando al massimo le polemiche che mai come quest’anno in Inghilterra sono state parecchie.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei