Premier League, 1° giornata: buon inizio per il Chelsea di Sarri

Premier League,  1° giornata: ottimo esordio in campionato per Maurizio Sarri, che conduce il Chelsea alla vittoria per 3-0 in casa dell’Huddersfield. I gol sono stati siglati dal neo-acquisto Jorginho, da Kantè e Pedro. Prestazione convincente per i Blues, che tengono il pallino del gioco dal primo all’utlimo minuto, brillanti in attacco e solidi in difesa

Huddersfield-Chelsea 0-3. Esordio brillante e convincente per Maurizio Sarri alla guida dei Blues. 
Impatta dunque benissimo tecnico toscano con la Premier League, conducendo i Blues alla vittoria esterna schiacciando contro l’Huddersfield. 

Prova impeccabile del neo-acquisto Jorginho, fortemente voluto da Sarri, che sigla anche la rete dello 0-2 su rigore (procurato da Marco Alonso, altra vecchia conoscenza della nostra Serie A), dopo che il fresco campione del Mondo con la Francia Kantè aveva sbloccato l’incontro. 

Il definitivo 0-3 è arrivato grazie a Pedro che ha segnato con uno stupendo pallonetto. Lo spagnolo ha sfruttato al meglio un’azione di Hazard, che ha scartato in dribbling un paio di avversari ed ha servito l’assist all’ex Barcellona. 
Ottimi segnali quindi anche da parte del belga, che dopo il Mondiale disputato sopra le righe, sembrava voler partire, con Madrid tappa preferita. 

Nel corso dell’estate, invece, Hazard ha fatto marcia indietro, dichiarando di non voler abbandonare Londra. Non sembra comunque chiuso il discorso ed il Real Madrid farà di tutto per acquistarlo fino alla fine del mercato. La panchina iniziale di ieri sembrava presagire una possibile rottura, ma dopo essere entrato così bene a partita in corso la speranza per una sua permanenza è aumentata. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gabriele Arcifera

Informazioni sull'autore
Vivo a Roma e sono laureto in Scienze politiche e relazioni internazionali alla Sapienza. Amo il calcio e la mia passione mi spinge a mettermi quotidianamente alla prova con un solo sogno nel cassetto: diventare un grande giornalista sportivo.
Tutti i post di Gabriele Arcifera