Parma-Milan 1-1 video gol highlights: i rossoneri buttano via altri due punti e ora rischiano il quarto posto

Risultato Parma-Milan 1-1, 33° giornata Serie A: dopo la solita partita difensiva senza capo né coda e l’ennesimo vantaggio sprecato, il Milan si ritrova a rischio sorpasso da parte della Roma e di aggancio da parte dell’Atalanta.

Le migliori occasioni sono di marca emiliana, ma il Milan era riuscito a segnare per primo; tuttavia, anziché cercare il raddoppio (arrivato e annullato per offside), arriva il solito dietrofront, complicato anche dall’infortunio di Cutrone a cambi esauriti. Il pareggio arriva così, meritato, regalato e ineluttabile.

Al gol di Castillejo risponde Bruno Alves.

La sintesi di Parma-Milan 1-1, 33° giornata Serie A

E’ una prima frazione in cui inizia meglio il Parma, che si rende pericolosissimo in due frangenti: al 13° Donnarumma anticipa Ceravolo lanciato a rete toccandolo, ma il penalty non c’è in quanto il portiere tocca la punta emiliana dopo aver toccato il pallone, mentre la prima vera chance è la splendida rovesciata di Kucka, che aggancia il cross di Gazzola e manda il pallone fuori di un nulla.

Il quasi gol dei padroni di casa sveglia gli ospiti dal torpore e così iniziamo a vedere i rossoneri stabilmente nella metà campo avversaria, ma reali pericoli non ce ne sono a parte un colpo di testa alto di Borini, ma la storica refrattarietà al cross di Suso e quella più inaspettata di Conti fanno sì che i parmensi possano difendersi senza grossi problemi.

Dopo altri cross imprecisi e tiri da fuori respinti dai difensori, il Milan deve tornare a difendersi dalle trame offensive del Parma, che al 39° ha un’altra chance enorme, anzi due: Ceravolo intercetta un corner di Scozzarella e chiama Donnarumma al grande intervento e sulla ribattuta Gervinho tira in curva in un difficile tentativo di girata al volo. Il tempo si chiude con un’uscita tempestiva di Donnarumma sull’ivoriano in occasione di un traversone pericoloso di Gazzola.

Ad inizio ripresa prova a farsi vedere Calhanoglu con un tiro debole e centrale, ma è l’unico acuto del Milan che ben presto viene messo sotto dal Parma, che gioca meglio pur non creando pericoli veri.

Dopo alcuni tiri senza pretese, il Milan cambia improvvisamente volto grazie agli ingressi di Cutrone e Castillejo in luogo di Conti e Bakayoko e ciò porta ad un maggiore incisività e, dunque, al gol: al 68° Suso si inventa un missile dalla destra, un tiro più che un cross, sul quale Castillejo arriva di testa battendo Sepe.

Il Milan raddoppia quattro minuti dopo con Cutrone su assist di Piatek, ma il polacco è in lievissimo offside sul lancio di Kessié e il gol viene giustamente annullato.

Rischiato di subire il pareggio per mano di Siligardi, che salta Donnarumma e trova il palo, i rossoneri si siedono prematuramente e ad un certo punto devono fare anche a meno di Cutrone, che si fa male e non può uscire a causa dei cambi terminati e questo li espone agli assalti avversari per tutto il finale e la rete del pareggio è inevitabile: Bruno Alves calcia una punizione dal limite perfetta e regala un meritato pareggio agli emiliani.

Video Gol Highlights di Parma-Milan 1-1, 33° giornata Serie A

Il tabellino di Parma-Milan 1-1, 33° giornata Serie A

Parma (5-3-2): Sepe; Gazzola, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Dimarco (71′ Siligardi); Kucka, Scozzarella (90′ Stulac), Barillà; Gervinho, Ceravolo (77′ Sprocati). Allenatore: D’Aversa

Milan (4-3-3): Donnarumma; Conti (66′ Castillejo), Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko (57′ Cutrone), Calhanoglu (74′ Biglia); Suso, Piatek, Borini. Allenatore: Gattuso

Marcatori: 68′ Castillejo e 86′ Bruno Alves

Arbitro: Valeri

Ammoniti: Biglia

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 28 anni e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureando in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana