Palermo, Novellino esonerato: ritorna Ballardini

Palermo, Zamparini esonera Novellino e richiama Ballardini, squadra va in ritiro

palermo-ballardini-esonero-ritorno-ballardini-zamparini

Ennesimo scossone, l’undicesimo stagionale, in casa del Palermo: Maurizio Zamparini, infatti, ha deciso nella notte di esonerare l’attuale tecnico Walter Novellino e di richiamare per la seconda volta in stagione Davide Ballardini.

Per l’ex allenatore del Modena, dunque, è stata fatale la pesante sconfitta di ieri sera contro la Lazio per 3-0 al Barbera, tra le mura amiche, ma ancora Ballardini non potrà sedere sulla panchina dei rosanero: il tecnico, infatti, avrebbe chiesto un contratto biennale per risalire in sella ad una squadra a dir poco disastrata e confusa da questi continui cambi in panchina.

L’intesa di massima, però, era già stata trovata e dunque Ballardini dirigerà l’allenamento di domani, quando la squadra partirà per il ritiro di Coccaglio, in provincia di Brescia.

Walter Novellino, con questo esonero, perde il primato di unico tecnico mai esonerato dal patron Zamparini, ma i numeri hanno giocato a suo sfavore: 4 partite, un pareggio e tre sconfitte.

Un piccolo giallo, però, è sorto: intervistato da Mediagol.it, infatti, l’allenatore ha deciso di non sbilanciarsi:

Mi dispiacerebbe lasciare il Palermo, ma sono cose che fanno parte del calcio. Per ora nessuna chiamata da Zamparini.

Ricapitoliamo, dunque, tutti gli esoneri di questa stagione che hanno visto protagonisti una serie infinita di allenatori sulla panchina del Palermo. Si parte da Beppe Iachini per poi transitare dal duo Bosi-Schelotto e molti altri: un vero record in negativo.

Giuseppe Iachini (dalla 1a. alla 12a. giornata)
Davide Ballardini (dalla 13a. giornata alla 19a.)
Fabio Viviani (20a. giornata)
Bosi-Schelotto (21a. giornata)
Schelotto-Tedesco (dalla 22a. alla 24a. giornata)
Giovanni Bosi (25a. giornata)
Giuseppe Iachini (dalla 26a. giornata alla 28a. giornata)
Walter Novellino (dalla 29a. giornata alla 32.a giornata)
Davide Ballardini (dalla 33.a giornata)

Si teme, inoltre, una squalifica per lo stadio Renzo Barbera. Come se non bastasse, infatti, i tifosi rosanero sono stati protagonisti di numerosi scontri sia dentro che fuori dal campo costrigendo l’arbitro ad interrompere la partita a causa di ben due lanci di petardi.

Il giudice sportivo Tosel valuterà la situazione, ma per i rosanero è in arrivo quantomeno una multa salata ma non è esclusa una sanzione ben più grave come una o più partita a porte chiuse.