Olimpiadi Rio 2016: Bilancio 4° Giornata, niente Medaglie per l’Italia

Bilancio 4° Giornata Olimpiadi di Rio 2016: Pellegrini solo 4° nei 200 sl niente medaglia

rio-2016-pellegrini

Si è conclusa la 4° Giornata delle Olimpiadi di Rio 2016 e questo è il bilancio della giornata:

– Nel sollevamento pesi donne, cat. -63 kg, l’oro è andato alla cinese Deng Wei, capace di realizzare anche il nuovo record del mondo. Nei -69 kg maschili, altro oro per i cinesi, con Shi Zhiyong.
– Nel nuoto, scorpacciata di ori per gli Stati Uniti, che stanno davvero dominando in vasca. Detto della Ledecky nei 200 sl donne, da sottolineare sono le imprese del solito, immenso Michael Phelps: grazie agli ori nei 200 farfalla e nella staffettao 4×200 sl (argento alla Gran Bretagna e bronzo al Giappone), lo squalo di Baltimora raggiunge quota 21 ori alle Olimpiadi!
Ancora a segno un altro volto di questo inizio di Giochi Olimpici: l’ungherese Hosszù trionfa anche nei 200 misti donne, portando a casa il terzo oro di queste Olimpiadi.
– Nella pistola 25m femminile, oro alla greca Korakaki, già bronzo nei 10m.
– Passiamo al Judo: nei -81 kg uomini, dove il nostro Marconcini ha sfiorato il bronzo, l’oro è andato al russo Khalmurzaev; nei -63 kg donne, oro alla favorita della vigilia, la slovena Trstenjak.
– Passiamo alla scherma, con la spada individuale maschile: a sorpresa, l’oro è andato al sudcoreano Park Sang-young, davanti al 41enne ungherese Imre e al francese Grumier.
– Per la Francia è stata una grande giornata, con ben 5 medaglie vinte: tra le altre, sono arrivati due ori, nel completo a squadre (equitazione) e con Denis Gargaud Chenut, nella canoa slalom C1 maschile.
– Si sblocca anche la Germania: il primo oro arriva con Michael Jung, nell’equitazione, completo individuale.
– Concludiamo con la ginnastica: le ragazze USA hanno dato spettacolo nella finale del concorso a squadre, dominando la scena e staccando nettamente Russia e Cina.

Per l’Italia una giornata senza Medaglie: delude la Pellegrini solo 4° nei 200 Stile libero

Andiamo a ripercorrere cosa è accaduto nella notte di Rio, in particolare per quanto riguarda i colori azzurri.
Alla fine, la 4° giornata è stata la prima senza medaglie per la nostra spedizione, che scende al 6° posto nel medagliere.
Le nostre speranze erano riposte in Federica Pellegrini, in vasca per i 200 SL. La Fede, però, chiude 4° e delusissima, alle spalle della Ledecky, della Sjostrom e dell’australiana McKeon.
Eliminati anche gli altri italiani impegnati in semifinale: Dotto dai 100 SL uomini, Pizzini nei 200 rana uomini e la Polieri nei 200 farfalla donne.
Due notizie ottime e una negativa dal tennis: dopo l’eliminazione nell’individuale, la Errani si rifà nel doppio dove, in coppia con la Vinci, travolgono le cinesi Xu-Zheng e volano ai quarti. Bravo Fognini che, nell’individuale maschile, rimonta e batte il francese Paire, ma agli ottavi si troverà di fronte un certo Andy Murray. A seguire, però, lo stesso Fognini, in coppia con Seppi, salutano il torneo di doppio, perdendo senza appello contro i canadesi Nestor-Pospisil.
Riscatto, nel beach-volley uomini, per la coppia Lupi-Nicolai, che battono 2-0 la coppia tunisina.
Infine, brava la Bordignon, 6° e commossa nella finale del sollevamento pesi donne, categoria -63 kg.

MAMMA CHE EMOZIONI L’ITALVOLLEY!!!!!
Stati Uniti battuti 3-1 (28-26, 20-25, 25-23, 25-23) nella seconda partita della fase a gironi.
Una partita dai contenuti tecnici, spettacolari ed emotivi elevatissimi.
Dell’Italia faccio una mia personalissima top-3:
– Colaci: un “mostro”, un robot nel ricevere anche sassate assurde degli americani. Ricezioni fondamentali.
– Juantorena: uso il motto di Lucchetta “Su le mani per Osmany”. Un concentrato di forza, sagacia ed intelligenza da far paura. Se resta su questi livelli, è tutto oro che cola.
– Giannelli: il “Wonder Boy” della nostra pallavolo, con qualche errore comprensibile dovuto alla sua giovane età (20 anni oggi), continua a lasciarmi a bocca aperta. Sa fare tutto e benissimo. A volte vuole strafare, ma se gioca così, e chi gli può dire nulla??

Riepilogo della mattinata (pomeriggio italiano) della 4° giornata delle Olimpiadi di Rio 2016.
Disastro nella spada individuale maschile: Pizzo e Fichera subito ko al primo turno, mentre Enrico Garozzo, fratello di Daniele, oro nel fioretto, saluta il torneo agli ottavi.
Eliminato anche Flavio Tommasone, eliminato dal cubano Alvarez nel pugilato, -60 kg.
Buone notizie nel canottaggio: in ambito maschile, dopo il due senza, vanno in finale con ottime prestazioni anche il due di coppia e il quattro senza Pesi Leggeri. In semifinale, dopo i ripescaggi, anche il due senza femminile.
Esordio positivo per il Setterosa, che batte 9-3 il Brasile.
Bene anche la coppia femminile Menegatti-Giombini, nel beach volley, 2-0 alle egiziane.
Ottimo cammino di Marconcini nel Judo, cat. -81 kg, ancora in corso per il bronzo, dopo aver perso ai quarti con il georgiano Tchrikishvili.
Nel nuoto, passano Dotto nei 100 sl uomini (out Magnini) e Polieri nei 200 farfalla donne (out la Pirozzi). Grossa delusione per la staffetta 4×200 uomini, eliminata in semifinale per soli 4 centesimi.
Ambito medaglie: arriva la prima medaglia tedesca, argento nell’equitazione, completo a squadre, dietro la Francia e davanti l’Australia.
Comincia bene la 4° giornata di gare dell’Italia.
Grande prova dell’equipaggio del due senza nel canottaggio, con la coppia Abagnale-Di Costanzo bravissima ad accedere alla finale vincendo la propria batteria in maniera convincente.
Buone nuove anche nello Judo: nella categoria -81 kg uomini, Marconcini elimina con facilità il filippino Nakano, accedendo al tabellone principale, dove affronterà nel primo turno il belga Bottieau, #8 del seeding. Ok anche la Edwige Gwend, categoria -63 kg donne, che elimina la svedese Hermansson. Prossima sfida durissima: se la vedrà con la #1 del tabellone, la slovena Trstenjak.

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.