Olanda: esordio per il figlio di Kluivert

Son stati giorni intensi di grandi amichevoli internazionali, nonché anche, per qualcuno, di importanti debutti.

Si pensi a quello nel match Inghilterra-Italia – terminato 1-1, primo risultato utile dell’Era Di Biagio, e potrebbe essere anche l’unico se il tecnico, al momento ad interim, non fosse confermato-cioè alla storia del giovane Lewis Cook, che vestendo per la prima volta la maglia della nazionale maggiore inglese ha fatto vincere al nonno 19mila €, per aver scommesso 4 anni fa sul fatto che, un giorno, il nipote ci sarebbe arrivato.

A far scalpore son stati anche altri due celebri debutti, curiosamente entrambi di figli d’arte e, altrettanto curiosamente, in entrambi i casi i padri son ex calciatori del Milan: prima ancora del recente caso di Timothy Weah, figlio ovviamente di George, diventato recentemente il primo millennial a debuttare con la Nazionale Maggiore degli USA-le due cose si spiegano specificando che è nato nel 2000 a New York, indi per questa seconda cosa è cittadino statunitense e non liberiano come il padre, ndr-era stato il turno di Justin Kluivert, ovviamente figlio di Patrick, che nella giornata di Lunedì 26 Marzo ha fatto il suo debutto con la Nazionale Maggiore dell’Olanda nella prestigiosa amichevole vinta e stravinta con un netto 3-0 contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo a Ginevra.

Fonte profilo “Twitter” ufficiale dello stesso Justin Kluivert

Pochi minuti per Justin, entrato solo a 78’ al posto della stella Memphis Depay –autore del primo dei 3 gol, ndr- ma comunque naturalmente sempre un gran traguardo l’approdo nella massima categoria della propria nazionale, specie per un ancora neanche 19enne-nato il 5 Maggio 1999-che invece aveva fatto il suo debutto nel calcio professionistico prima ancora della maggiore età, nell’Ajax, club in cui milita tutt’oggi-per la cronaca fu il 1° club anche della carriera professionistica del padre-primo contratto firmato ed esordio nella Eredivisie tutto prima dei 18 anni. Come inizio, decisamente, non c’è male.

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato