NBA, clamoroso scambio Irving-Thomas sull’asse Cleveland-Boston

Una notizia davvero clamorosa ha animato la notte (italiana) della NBA, a poco più di un mese e mezzo dal via della regular season 2017/18. La telenovela riguardante il futuro di Kyrie Irving ha visto la sua conclusione nel modo più sorprendente, con una trade che modificherà certamente gli equilibri della Eastern Conference.

Come ufficializzato dai Boston Celtics con un comunicato apparso sul loro sito ufficiale, Kyrie Irving è un nuovo giocatore della franchigia del Massachussets. Il quattro volte All-Star arriva nell’ambito di una trade che ha coinvolto l’uomo simbolo della rinascita dei Celtics nell’ultimo biennio, ovvero Isaiah Thomas, che fa il percorso inverso e andrà a far compagnia a LeBron James in quel di Cleveland.

Kyrie Irving ed Isaiah Thomas, durante le Eastern Conference Finals 2017 (foto da: hoyentv.com)

Kyrie è uno dei migliori realizzatori della NBA. Ha vinto un titolo NBA, una medaglia d’oro olimpica ed è stato 4 volte All-Star, eppure pensiamo che i suoi anni migliori siano davanti a lui“, ha affermato a caldo il GM dei Celtics, Danny Ainge. Il nativo di Melbourne, Australia, andrà a formare un trio davvero interessante con Al Horford e con l’altro neo-arrivato, Gordon Hayward, nel tentativo di scalzare i Cavaliers dal trono dell’Est, provando anche a lanciare la sfida agli apparentemente imbattibili Golden State Warriors.

In questo affare improvviso, comunque, anche i Cavaliers non si sono mossi affatto male, provando a lanciare più di un messaggio a LeBron James, dato in procinto di salutare la compagnia alla fine della prossima stagione. L’arrivo di Thomas fa intendere che, almeno nell’immediato, la franchigia di Cleveland non intende smantellare. Nella trade, inoltre, i Cavs hanno ricavato oltre ad Ante Zizic anche un giocatore completo su entrambi i lati del parquet come Jae Crowder e soprattutto la 1° scelta dei Nets al Draft 2018, che si annuncia estremamente interessante.

Proprio quest’ultimo tassello ha reso l’offerta dei Celtics irrinunciabile per i Cavaliers, dando la chance anche di poter ricostruire subito nel caso James decidesse di andarsene. Quel che è certo è che la lotta per la leadership nella Eastern Conference s’infiammerà, con una rivalità che promette davvero scintille, sin dall’opening night del prossimo 17 Ottobre quando, guarda caso, subito Irving dovrà scendere in campo alla Quicken Loans Arena contro i suoi ex compagni e davanti ai suoi ex tifosi. 

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo