NBA 2018/19, Recap 10 Aprile: i Pistons conquistano i Playoff. Blazers 3° ad Ovest

Ultima notte di regular season, con undici partite e ventidue franchigie impegnate sul parquet. C’era ancora qualche verdetto da emanare, in primis quello sull’ultimo posto ai Playoff disponibile nella Eastern Conference, andato ai Detroit Pistons. Come da pronostico, la squadra di coach Casey ha vinto al Madison Square Garden di New York contro i Knicks, trascinata dai vari Kennard (27+5 rimbalzi), Jackson (21+7 assist) e Drummond (20+18 rimbalzi); Jenkins (16) è stato il migliore per i locali, che chiudono con il peggior record della Lega. Nulla da fare per gli Charlotte Hornets, ko allo Spectrum Center contro gli Orlando Magic; una sconfitta comunque irrilevante, data la vittoria dei Pistons. Sugli scudi per i floridiani Ross (35+6 rimbalzi) e Gordon (27+7 rimbalzi); Walker (43+5 assist) e Lamb (22+8 rimbalzi) non bastano alla squadra di coach Borrego.

Dwyane Wade in posa con gli amici LeBron James, Chris Paul e Carmelo Anthony, nella sua ultima partita NBA al Barclays Center contro i Brooklyn Nets, partita nella quale ha realizzato la quinta tripla-doppia in carriera (foto da: youtube.com)

Magic che chiudono 7° ad Est, vista la vittoria dei Brooklyn Nets sui Miami Heat, che vale alla formazione di coach Atkinson il seed #6. Al Barclays Center, sospinti da Russell (21+7 rimbalzi e 5 assist) e da Napier (20+5 rimbalzi ed altrettanti assist), i Nets vincono nettamente, ma gli occhi sono tutti per Dwyane Wade che, davanti agli amici di sempre LeBron James, Chris Paul e Carmelo Anthony, saluta la NBA con la sua quinta tripla-doppia (25+11 rimbalzi e 10 assist). Come ben sappiamo, ultima partita anche per Dirk Nowitzki che, all’AT&T Center contro i San Antonio Spurs, si congeda con una doppia-doppia (20+10 rimbalzi), nel ko con cui i suoi Dallas Mavericks chiudono la stagione. Un successo, quello degli Spurs (2+2 per Belinelli in 18′), propiziato da Aldridge (34+16 rimbalzi) e che vale il seed #7. Una circostanza non da poco, che consente alla squadra di coach Popovich di evitare Golden State al primo turno.

Cosa che non riesce, invece, ai Los Angeles Clippers, nonostante la vittoria allo Staples Center sugli Utah Jazz, giunta dopo un overtime. La squadra di coach Rivers, sospinta da Harrell (24+7 rimbalzi e 5 assist) e da Zubac (22+11 rimbalzi), con un Gallinari non nella sua serata migliore (13+5 assist e 5/11 al tiro), deve suo malgrado accontentarsi del seed #8. Ai Jazz non sono sufficienti il career-high di Grayson Allen (40+7 rimbalzi) e il season-high di Niang (24+6 rimbalzi). Restando ad Ovest, è importante la vittoria al Moda Center dei Portland Trail Blazers sui Sacramento Kings, dato che permette alla franchigia dell’Oregon di soffiare il seed #3 ai Rockets. Blazers che la portano a casa con un super quarto periodo (18-38), e grazie alle prestazioni in particolare di Lillard (37+9 assist e 6 rimbalzi) e di Labissiere (29+15 rimbalzi); Bagley III (20+9 rimbalzi) è il top-scorer per i californiani.

Ultima uscita di regular season e sconfitta per Milwaukee Bucks e Golden State Warriors. La squadra di coach Budenholzer, che si presenterà ai nastri di partenza dei Playoff con il miglior record stagionale, cade al Fiserv Forum per mano degli Oklahoma City Thunder, guidati dalla tripla-doppia #34 di Westbrook (15+17 assist e 11 rimbalzi) e dal duo composto da Schroeder (32+5 rimbalzi e 4 rubate) e da Grant (28+5 rimbalzi9; non bastano ai Bucks i vari Frazier (29+13 assist e 6 rimbalzi), Colson (21+10 rimbalzi), Middleton (21+5 assist) e Wilson (18+17 rimbalzi). Golden State, invece, perde al FedEx Forum contro i Memphis Grizzlies. Sugli scudi Jevon Carter (32), supportato da Holiday e Caboclo (rispettivamente 22 e 21 a referto); per la squadra di coach Kerr, i migliori risultano Durant (21+6 assist) e Thompson (19).

Vittorie, infine, per Denver Nuggets, Philadelphia 76ers ed Indiana Pacers. La squadra di coach Malone la spunta in volata al Pepsi Center contro i Minnesota Timberwolves; in evidenza Jokic da una parte (29+14 rimbalzi) e Wiggins dall’altra (25+5 rimbalzi). I Sixers hanno facilmente la meglio al Wells Fargo Center sui Chicago Bulls, con Jonathon Simmons in veste di top-scorer (20+7 rimbalzi e 5 assist), spalleggiato da Marjanovic (18+8 rimbalzi e 6 assist) e da McConnell (18+6 assist); Lemon Jr. si distingue negli ospiti (20+6 rimbalzi). Infine, partita molto gradevole alla State Farm Arena di Atlanta, dove gli Hawks vengono beffati da un 3/3 ai liberi di Sumner (22) con 3 decimi di secondo sul cronometro. Per i Pacers bene anche Leaf (28+10 rimbalzi) ed Evans (27+5 assist), mentre ai padroni di casa non servono i ventelli dei vari Young (23+11 assist e 5 rimbalzi), Prince (23+5 rimbalzi), Collins (20+25 rimbalzi e 6 assist) e Len (20+10 rimbalzi).

Di seguito, il resoconto della notte:

INDIANA PACERS (48-34) @ ATLANTA HAWKS (29-53) 135-134

MIAMI HEAT (39-43) @ BROOKLYN NETS (42-40) 94-113

ORLANDO MAGIC (42-40) @ CHARLOTTE HORNETS (39-43) 122-114

DETROIT PISTONS (41-41) @ NEW YORK KNICKS (17-65) 115-89

CHICAGO BULLS (22-60) @ PHILADELPHIA 76ERS (51-31) 109-125

GOLDEN STATE WARRIORS (57-25) @ MEMPHIS GRIZZLIES (33-49) 117-132

OKLAHOMA CITY THUNDER (49-33) @ MILWAUKEE BUCKS (60-22) 127-116

DALLAS MAVERICKS (33-49) @ SAN ANTONIO SPURS (48-34) 94-105

MINNESOTA TIMBERWOLVES (36-46) @ DENVER NUGGETS (54-28) 95-99

UTAH JAZZ (50-32) @ LOS ANGELES CLIPPERS (48-34) 137-143 OT

SACRAMENTO KINGS (39-43) @ PORTLAND TRAIL BLAZERS (53-29) 131-136

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo